Clementine e arance: la tipica euforia natalizia quest’anno si nota ben poco

"Solitamente, in prossimità del Natale si respira un'aria di euforia, con un incremento delle richieste da parte dei clienti; ma quest'anno l'ottimismo si nota ben poco. Non c'è quel significativo incremento degli ordini, tra l'altro atteso per un intero anno da tanti operatori. I mercati esteri stanno tirando meglio di quelli italiani, nonostante in molti Paesi siano state introdotte nuove misure per il contrasto alla diffusione del Covid-19". A spiegarlo è Daniele Martucci, direttore generale dell'omonima società pugliese specializzata nella lavorazione e commercializzazione di agrumi. 

Daniele Martucci

"Di clementine ce ne sono tante, e una buona percentuale di prodotto è anche grandinato, ma all'interno si presenta in ottimo stato. I prezzi si mantengono sempre bassi: stiamo parlando di massimo 0,30 €/kg (prezzi in magazzino) per quei frutti di pezzatura non troppo piccola. Attualmente, i principali richiedenti sono Polonia, Francia e Germania. Per le arance Naveline, invece, ci si aspettava una situazione diversa, ma a farci concorrenza è la Grecia, con quotazioni di 25 €/kg per un prodotto spazzolato e lucidato, a fronte dei 0,45-50 €/kg per le arance italiane già lavorate. Ridurre tali prezzi, al momento, è semplicemente improponibile".

"E' una campagna faticosa, e totalmente diversa da quella passata, quando i mercati ci richiedevano il prodotto, ma non ne avevamo a sufficienza. Con il secondo lockdown, le entrate monetarie delle famiglie si sono ridotte vertiginosamente, mentre ad aumentare è stata proprio l'attitudine a risparmiare anche sui cibi non del tutto indispensabili. I consumatori stanno acquistando, infatti, beni di prima necessità e la frutta non rientra certo in questo paniere".

Contatti:
Martucci Srl
Via Chiatona,
74016 Massafra (TA) - Italy
Tel.: (+39) 338 2620262
E-mail: martucci.export@tiscali.it
Web: martucci.info/


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto