Il Consorzio Igp traccia un bilancio di fine anno

Cipolla Bianca di Margherita: il 2020 ha portato interesse ma anche difficolta'

Quest'anno, a causa della pandemia, il mercato della Cipolla Bianca di Margherita Igp è risultato destabilizzato. Nel mese di maggio, migliaia di tonnellate di cipolle hanno invaso dall'estero i mercati italiani. Erano quelle bloccate nei mesi di marzo e aprile, durante il lockdown, sommate poi a quelle di maggio. Questo fenomeno ha generato, insieme alla chiusura della filiera Horeca, "la saturazione del mercato, una domanda asfittica e bassi prezzi di vendita".

Giuseppe Castiglione

Eppure i segnali positivi non sono mancati. "Diverse catene della GDO hanno dimostrato di apprezzare sempre più questa cipolla, unica per gusto e bontà del prodotto, grazie anche alla certificazione Igp - ha detto Giuseppe Castiglione, presidente del Consorzio - Il nostro prodotto a marchio ha avuto un incremento nelle vendite del 18%, passando da 2.600 tonnellate nel 2019 a oltre 3.000 nel 2020. Tale incremento, tuttavia, non è riuscito a coprire i danni dell'invenduto e dei prezzi bassi della seconda fase della raccolta, in un mercato sotto stress. I coltivatori si sono dovuti accontentare di coprire i soli costi di produzione, senza margini di utile, mentre i soci confezionatori, che su sollecitazione del Consorzio hanno ritirato l'intera produzione certificata Igp, hanno dovuto mandare al macero più di mille ton di cipolle, senza alcun rimborso".

Cipolla bianca di Margherita a marchio IGP

La campagna 2020 è risultata "anomala e deviante", a causa della pandemia. L'emergenza sanitaria ha portato a galla problemi inediti, ma ha fatto anche da detonatore a falle già presenti negli anni precedenti nel mercato delle cipolle.

"Durante questa fase pandemica, si sono accentuate problematiche fondamentali per il nostro commercio - ha rimarcato il presidente - come la corretta regolazione del rapporto tra prodotto nazionale ed extracomunitario. Ma anche i rapporti tra gli operatori della filiera della cipolla: produttori, confezionatori e la distribuzione. La speranza è che, con la collaborazione del Ministero delle politiche agricole, delle associazioni dei Consorzi di tutela Igp e Dop, delle associazioni delle categorie interessate, GDO, mercati generali, coltivatori diretti, si riescano a trovare nuove soluzioni a problemi già noti, in modo da salvaguardare queste produzioni di qualità che caratterizzano il nostro Paese.

Lavorazione in tempi di Covid-19

"Finora, il nostro marchio ha contribuito a difendere le posizioni e a far sopravvivere il settore -– ha concluso il presidente del Consorzio - Manca però il salto decisivo a rendere attrattivo il ritorno ai campi, con prezzi adeguati al lavoro che c'è dietro questo tipo di produzioni e alla loro qualità".

Contatti:
Consorzio di Tutela della Cipolla bianca di Margherita IGP
Via Ronzino, 4
76016 Margherita di Savoia (BT) - Italy
Tel.: +39 339 44 06863
Email: info@consorziocipollabiancamargheritaigp.it
Web: www.cipollabiancaigp.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto