Paskualeto di Syngenta mantiene le proprie caratteristiche, a prescindere dalle condizioni d acqua e suolo

Un ciliegino dalla genetica innovativa

Un pomodoro che mantiene stabili le proprie peculiarità, a prescindere dalla conducibilità dell'acqua e dal tipo di terreno, è di per sé un prodotto eccezionale. Se poi aggiungiamo che caratteristiche quali colore, brillantezza e consistenza rimangono sempre costanti, allora si capisce come la genetica abbia fatto passi da gigante. Sotto questi riflettori si presenta Paskualeto, la varietà di ciliegino introdotta da Syngenta, che non esaurisce qui l'elenco delle sue virtù.

Paskualeto in serra

A descrivere meglio questo interessante ciliegino è Bruno Busin, product development specialist Solanacee di Syngenta, il quale nel corso di un'intervista ha posto l'accento su una referenza "che s'inserisce in un nuovo segmento ben al di sopra del prodotto commodity, da cui si discosta grandemente per qualità e gusto".

"Il nostro ciliegino Paskualeto, dal calibro sempre piccolo - ha rivelato Busin - è il risultato di una genetica avanzatissima che ne permette la coltivazione in assenza di specifiche condizioni irrigue e di suolo, mantenendo costanti tutti quegli elementi che caratterizzano questo prodotto estivo, nettamente più saporito e veramente al di sopra di un cherry commerciale tradizionale. Altri punti di forza sono: il rachide carnoso, l'armonia del grappolo e un alto grado brix che contribuisce a un gusto unico, tipico del sapore del pomodoro della tradizione siciliana".Paskualeto, in una confezione della Coop. Agr. Aurora di Pachino

"In Syngenta, da molti anni ormai, abbiamo avviato un'importante attività di ricerca e sviluppo nell'areale di Acate (RG), in Sicilia - ha aggiunto lo specialista - finalizzata all'introduzione di una genetica posta in stretta relazione alle condizioni pedoclimatiche che meglio esprimono le coltivazioni di un territorio. La nostra ricerca, cioè, è fatta nell'areale cui è destinata una data coltivazione. Non c'è modo migliore per sviluppare un prodotto. Questo vantaggio ci ha permesso di studiare una varietà come Paskualeto che, pur collocandosi tra i prodotti estivi, riesce a traghettare il produttore fino a quasi tutto il mese di dicembre, senza perdere le peculiarità di un pomodoro di qualità. Paskualeto, dunque, ha una finestra che raggiunge un momento della stagione orticola in cui mancano del tutto pomodori con certe caratteristiche organolettiche. Da qui quel quid in più che, sommato agli altri punti di forza, rende questo ciliegino davvero speciale".

"In questa parte dell'anno, siamo quasi alla conclusione della prima stagione commerciale di Paskualeto - ha concluso Busin - e l'entusiasmo della base produttiva, come documentato dai contribuiti video qui presenti, è assolutamente incoraggiante, mentre le aspettative sono in linea con gli obiettivi che ci eravamo posti e che oggi si concretizzano in un prodotto apprezzato e ricercato. Paskualeto, inoltre, ha riscosso l'apprezzamento della GDO che in questi giorni di passaggio di stagione ne apprezza consistenza, dolcezza e sapore tipici di un prodotto maturo e agostano/settembrino".

Video Paskualeto

E intanto abbiamo raccolto le preziose testimonianze di due esperti dell'orticoltura da serra, specializzati nella coltivazione di pomodoro da mensa.

"Paskualeto riporta ai sapori e all'aspetto del vero ciliegino che si coltivava circa vent'anni fa in questa zona di Pachino - ha detto Corrado Spitale, tecnico della Società Agricola Ortoin - Piccolo, gustoso e bello da vedere, Paskualeto presenta una pezzatura più contenuta rispetto alla maggioranza delle varietà che oggi si coltivano nei mesi estivi. Ha un colore rosso carico, il rachide è verde intenso e molto elegante. I frutti, poi, sono dolcissimi e saporiti e si distinguono dagli altri prodotti".

"Come produttore - ha aggiunto Spitale - trovo che anche la parte agronomica sia semplificata, grazie alla buona allegagione con produzione di grappoli lunghi e completi, agli internodi corti, alla rusticità della pianta e alla buona produzione finale. Dopo questo secondo anno di esperienza fatto con trapianti che vanno da inizio primavera fino alla fine di agosto sono rimasto particolarmente soddisfatto dei risultati ottenuti in tutti i cicli di coltivazione. Anche in quelli di tarda estate, Paskualeto riesce ancora a esprimere tutto il suo valore, producendo tuttora grappoli di ottima qualità e sapore che potranno essere commercializzati fino oltre Natale".

Corrado Spitale, tecnico della Società Agricola Ortoin Srl, in una serra coltivata con Paskualeto

Non è dissimile il contributo di Salvatore Dell'Arte, presidente della Soc. Coop. Agr. Aurora di Pachino: "Siamo passati da 2 a 7 ettari di coltivazione. Paskualeto risponde pienamente alle richieste attuali delle catene distributive e dei consumatori che ne apprezzano il gusto e che cercano un ciliegino di qualità non solo nei mesi estivi, ma anche nel periodo autunnale nel quale mantiene qualità, grado Brix e sapore sempre a ottimi livelli".

"I consumatori - ha proseguito il presidente Dell'Arte - comprando Paskualeto potranno gustare il sapore della tradizione. La GDO, da parte sua, potrà offrire un ciliegino che fa la differenza e all'altezza delle aspettative dei consumatori".

Per maggiori informazioni sull'assortimento del pomodoro da mercato fresco clicca qui.

Contatti:
Syngenta  
Bruno Busin
Product Development Specialist Solanaceae - Syngenta Vegetables Business Unit
E-mail: bruno.busin@syngenta.com


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto