Volker Peters (Helle Niedersachsen) sull'attuale mercato

I produttori di patate stanno estendendo la loro superficie per la mancanza di una buona alternativa

Poche industrie sono state così colpite dalla pandemia, come quella delle patate. Dalla corsa all'accaparramento in primavera, ai problemi di vendita delle patate pelate derivanti dall'attuale chiusura della gastronomia: il 2020 è stato senza dubbio un anno di commercializzazione importante per l'industria tedesca delle patate.

"Il mercato delle patate da mensa è nuovamente in movimento e c'è richiesta di prodotti - dichiara Volker Peters, amministratore delegato della Helle Niedersachsen - Anche la commercializzazione delle chips sta funzionando, sebbene i prezzi siano inferiori ai livelli contrattuali. Il segmento delle patatine fritte ha registrato una piccola tendenza al rialzo a settembre e ottobre, ma si è nuovamente fermato quando i ristoranti hanno dovuto chiudere di nuovo. La trasformazione dei prodotti pelati sta senza dubbio risentendo maggiormente della situazione. Al momento, la capacità di trasformazione è solo del 30% circa".


Volker Peters nota tra i consumatori un maggiore apprezzamento della patata domestica.

Richiesta di riduzione della superficie
L'associazione industriale europea NEPG ha recentemente chiesto una riduzione del 15% della superficie in tutta Europa. Questa raccomandazione è stata accolta con stupore in Bassa Sassonia. Peters dice: "Negli ultimi anni, c'è stata la tendenza a estendere la nostra superficie. Ci sono stati periodi di siccità in gran parte dell'Europa, sia nel 2018 che nel 2019. Quest'anno, in genere, abbiamo avuto sufficienti precipitazioni, motivo per cui le patate sono cresciute bene ovunque. Ma non sappiamo come si svilupperà la pandemia. Inoltre, la Brexit si sta trascinando, il che indirettamente ci influenzerà. Al momento c'è molta incertezza nel settore".

Nel frattempo, l'industria pataticola europea registra ogni anno notevoli eccedenze. Secondo Peters, una riduzione della superficie coltivata non sarebbe una soluzione al reale problema del settore.

"Gli agricoltori stanno aumentando la loro superficie perché non c’è una buona alternativa. I cereali o lo zucchero sono meno interessanti in termini di prezzo. La coltivazione delle cipolle è apparentemente l'unica opzione redditizia. Ma se tutti passassero alle cipolle, nel lungo periodo avremmo lo stesso problema delle patate", avverte Peters.


Valutazione della qualità

Lo Stato federale della Bassa Sassonia è sempre stato considerato la più grande regione di coltivazione di patate in Germania. Circa la metà del volume totale viene prodotta lì. "In linea di principio, abbiamo sempre eccedenze perché non potremmo mai consumare a livello domestico i prodotti locali. Allo stesso tempo, la regionalità sta diventando un importante argomento d’acquisto, soprattutto per le patate: le persone preferiscono le patate prodotte a livello regionale. Prevedo anche un problema in futuro perché non possiamo più spedire le nostre patate in Sassonia o in altri posti, il che significa che dobbiamo solo sperare che si verifichino delle carenze per la siccità nei Paesi Bassi o in Polonia, in modo da poter inviare le nostre eccedenze a ovest o est".


A sinistra: campione di patate nel campo. A destra: merce in sacchi per il commercio

Maggiore apprezzamento tra i consumatori
Tuttavia, il coronavirus quest'anno ha anche avvantaggiato l'industria pataticola, dal punto di vista della commercializzazione. "Durante la crisi, molti si sono resi conto che la patata è un alimento base indispensabile, motivo per cui c’è stato maggiore apprezzamento tra i consumatori".

Allo stesso tempo, Peters ha detto che bisogna assicurarsi che qualità ragionevoli raggiungano ancora i negozi. "Ad aprile, quando le fabbriche di patatine fritte sono state parzialmente chiuse, sono stati immessi sul mercato alimentare alcuni prodotti trasformati. Tuttavia, i prodotti industriali sono varietà completamente diverse, non sempre accettate da alcuni consumatori. Ma tutto sommato, prevedo delle possibilità per la patata domestica nel lungo periodo".

Per maggiori informazioni
Volker Peters
Helle Niedersachsen Raiffeisen Kartoffel GmbH
Klein Bünstorfer Straße 20
29549 Bad Bevensen - Germania
Tel.: +49 5821 8660
Fax: +49 5821 8670
Email: info@helle-niedersachsen.de 
Web: www.helle-niedersachsen.de


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto