La testimonianza di Ira Greenstein (Direct Source Marketing)

Il programma di uva da tavola biologica peruviana garantira' arrivi di qualita' per i retailer statunitensi

La Direct Source Marketing sta cambiando le modalità di importazione delle uve da tavola biologiche in questa stagione. "I prodotti biologici invernali sono sempre un tema caldo per i rivenditori e, negli ultimi cinque anni, c'è stata una forte domanda ma un'offerta piuttosto scarsa", dichiara Ira Greenstein. "Quest'anno sembra che l'industria peruviana produrrà maggiori volumi di uva da tavola biologica per il mercato statunitense. Il tempo di transito di tre settimane, dal caricamento in Perù alla distribuzione negli Stati Uniti, ha causato problemi in passato e trasformare rapidamente i frutti, una volta arrivati, è stata la chiave per garantire all’arrivo un prodotto di buona qualità. Questo è il motivo per cui quest'anno abbiamo voluto testare un approccio diverso".

"Quest'anno importeremo negli Stati Uniti i nostri prodotti biologici sfusi, il che è abbastanza unico per il settore. Tutti gli arrivi verranno quindi imballati in clamshell per gli ordinativi della costa orientale. Riteniamo che questo fornirà al retailer un prodotto di qualità decisamente migliore alla consegna. Noi saremo in grado di garantire la qualità e le condizioni del prodotto. Si presenterà bene sugli scaffali e offrirà una migliore esperienza gustativa al consumatore, oltre a ridurre la forte contrazione che i rivenditori hanno subito in passato", dice Greenstein.

Ira Greenstein.

Forniture peruviane costanti per la Direct Source in questa stagione
Con le prime spedizioni di uva da tavola peruviana, già negli Usa o in viaggio, è in corso il passaggio dalla stagione domestica dell'uva da tavola a quella delle importazioni anche se, fino alla fine di dicembre, gli invii complessivi non potranno sostenere una transizione completa. Si prevede che quest'anno il Perù aumenterà i volumi di uva da tavola, superando i 50 milioni di casse. Greenstein afferma: "Per quanto riguarda gli Stati Uniti, agli inizi di dicembre, inizieremo a vedere un aumento degli arrivi di frutta peruviana e i volumi aumenteranno verso la fine del mese. Entro la fine di gennaio, avremo in arrivo negli Stati Uniti dei volumi promozionali".
 
In questa stagione, la Direct Source Marketing sta integrando le consuete forniture di uva da tavola peruviana provenienti dai coltivatori a contratto, con le proprie. "Questo sarà il primo anno di piena produzione della nostra azienda di coltivazione a Villacari, appena a nord di Ica", spiega Greenstein. "Siamo anche molto entusiasti di avere un primo raccolto della Sunworld Autumn Crisp, che sarà disponibile ad aprile 2021 attraverso la nostra partnership con la Vanguard International".

Questi nuovi volumi consentiranno alla Direct Source di avere forniture costanti di uva da tavola peruviana da metà dicembre a metà aprile. "Grazie alle partnership in forte crescita con i coltivatori a contratto e l'integrazione della nostra produzione, siamo riusciti a estendere la nostra offerta all'intera stagione invernale - conferma Greenstein - Il mese di aprile è sempre stato una buona finestra per l'importazione di uve da tavola di qualità bianche senza semi e, ora che avremo l'Autumn Crisp, rafforzeremo la nostra posizione su quel mercato".

"Vediamo che i rivenditori negli Stati Uniti richiedono forniture costanti. Non vogliono fornitori che hanno volumi solo alcuni mesi dell'anno o che cambiano continuamente le origini dei prodotti. Sono concentrati sullo sviluppo di rapporti con partner commerciali che possano garantire una fornitura costante, per tutta la stagione", aggiunge Greenstein.
 
Oltre a garantire una fornitura costante durante l'intera stagione peruviana, l'azienda ha anche sviluppato la propria attività per aumentare l'integrazione verticale. "Partner forti nella vendita al dettaglio richiedono che i loro fornitori diventino più integrati verticalmente, quindi per noi è stato un punto chiave per la crescita del business".


Il partner di Greenstein alla Direct Source Marketing, Bill Hargett.
 
Lotta per una quota di mercato in questa stagione
Oltre al prodotto peruviano, la Direct Source Marketing importa anche uva da tavola dal Cile. "La prima nave di uva da tavola cilena arriverà sulla costa orientale degli Stati Uniti poco prima di Natale, intorno al 20 dicembre, e volumi consistenti arriveranno nella prima settimana di febbraio. I volumi promozionali dal Cile arriveranno a febbraio e marzo, e continueranno anche in aprile".
 
Greenstein quest'anno prevede una forte concorrenza sul mercato. "Maggiori volumi dal Perù si combineranno a volumi abbondanti dal Cile. Anche il Brasile sta entrando sul mercato ora e potremmo persino vedere delle forniture dal Sudafrica quest'inverno. Quest'anno ci sarà una lotta per una quota di mercato".

"Ci stiamo assicurando di avere un prezzo competitivo per tutte le nostre uve da tavola, sia convenzionali che biologiche. La frutta deve muoversi attraverso il sistema e l'unico modo è fornire ai rivenditori l'opportunità di stabilire prezzi equi e competitivi, ne punto vendita, per ottenere il supporto dei consumatori, che è stata una preoccupazione durante questa stagione domestica californiana", conclude Greenstein.

Per maggiori informazioni
Ira Greenstein
Direct Source Marketing
Tel.: +1 914 241-4434
Email: ira@directsourcemktg.com  
Web: www.directsourcemktg.com


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto