Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto

State utilizzando un software che blocca le nostre pubblicità (cosiddetto adblocker).

Dato che forniamo le notizie gratuitamente, contiamo sui ricavi dei nostri banner. Vi preghiamo quindi di disabilitare il vostro software di disabilitazione dei banner e di ricaricare la pagina per continuare a utilizzare questo sito.
Grazie!

Clicca qui per una guida alla disattivazione del tuo sistema software che blocca le inserzioni pubblicitarie.

Sign up for our daily Newsletter and stay up to date with all the latest news!

Registrazione I am already a subscriber
Venerdi 13 novembre 2020 ore 15:30

Webinar per la presentazione del progetto LIFE ADA

"LIFE ADA – Agricoltura e cambiamenti climatici: adattamento e resilienza per fermare la febbre del pianeta": questo titolo e tema del webinar in programma per venerdì 13 novembre, alle ore 15:30, dedicato alla presentazione ufficiale di LIFE ADA (ADaptation in Agricolture) progetto co-finanziato dall'Ue con capofila UnipolSai e molti partner: ARPAE Emilia-Romagna, Cia-Agricoltori Italiani, CREA Politiche e Bioeconomia, Festambiente, Legacoop Agroalimentare Nord Italia, Leithà e Regione Emilia-Romagna.

Fornire a produttori e agricoltori le giuste conoscenze per adattarsi ai cambiamenti climatici e aumentare la loro resilienza: è questo  l'obiettivo del progetto LIFE ADA che, con 2 milioni di euro di budget, di cui la metà co-finanziata dalla Ue, è destinato ad agricoltori e Organizzazioni di Produttori delle filiere lattiero-caseari, vino, frutta e verdura.

A lungo termine, il numero potenziale di utenti nelle tre filiere selezionate sarà di 242 mila agricoltori, che rappresentano oltre 1,1 milione di lavoratori e 2,6 milioni di ettari di Superficie agricola utilizzata. L'iniziativa, che sarà presentata il 13 novembre, si basa sull'implementazione di un modello innovativo di partenariato pubblico-privato tra assicurazione, pubblica amministrazione (Regioni), istituzioni tecnico-scientifiche, Ong e forme aggregate di produttori (Opi o cooperative).

In particolare, LIFE ADA intende trasferire conoscenze ai produttori sugli scenari climatici e sulla gestione dei rischi e delle misure di adattamento per migliorare la capacità degli agricoltori ad affrontare i rischi climatici attuali e futuri, costruire strumenti adeguati di supporto al loro processo decisionale nella definizione di piani di adattamento efficienti a livello di azienda agricola e di filiera e promuover un approccio innovativo da parte dell'assicurazione per rafforzare la capacità di riduzione del rischio climatico (attuale e futuro) al fine di mantenere l'assicurabilità degli agricoltori a lungo termine, nonostante l'aumento dei rischi catastrofici e sistemici.

Nel lungo periodo, alcuni impatti previsti del LIFE ADA sono la riduzione dell'1% delle emissioni di CO2, del 2% delle emissioni di NH3, del 5% di consumo di acqua, del 5% di consumo di energia, oltre ad un miglioramento del 3% della resilienza degli abitanti alle inondazioni e un aumento del 17% della gestione sostenibile delle aree agricole nei tre anni di progetto.

Ad aprire i lavori: Pierluigi Stefanini, presidente Unipol; Alessio Mammi, assessore all'Agricoltura e agroalimentare, caccia e pesca Regione Emilia-Romagna e Dino Scanavino, presidente Cia-Agricoltori Italiani. Interverranno al tavolo tecnico: Carlo Cacciamani, responsabile struttura Idro-Meteo-Clima di ARPAE; Cristian Maretti, presidente Legacoop Agroalimentare; Erika Marrone, direttore Ricerca e sviluppo e Filiere Agroalimentari Alce Nero; Massimo Biondi, produttore Cia-Agricoltori Italiani; Angelo Gentili, responsabile Agricoltura Legambiente; Fabian Capitanio, Università di Napoli, presidente Food Trend Foundation e Stefano Vaccari, direttore generale CREA. Modera Teresa Gelisio.

Per la registrazione al webinar, inviare i propri dati (nome, cognome, mail, ente) a: eventi.lifeada@festambiente.it

Data di pubblicazione: