La testimonianza di Christiaan van der Goes della olandese GreenGoose

Le patate dolci dovrebbero essere selezionate prima o dopo l'esportazione?

Una selezionatrice per patate dolci che, al momento, è una novità per il continente europeo. A marzo di quest'anno, l'azienda olandese GreenGoose ha acquistato questa macchina e ha selezionato le sue prime patate dolci. Ma spesso le novità devono mettersi alla prova sul mercato. Il proprietario della GreenGoose, Christiaan van der Goes, è fiducioso che questo macchinario superi la prova.

Van der Goes ha avviato la GreenGoose nel novembre 2017 e ha deciso di concentrarsi esclusivamente sull'importazione e l'esportazione di patate dolci per grossisti, dettaglianti e fruttivendoli europei. L'azienda rifornisce anche il settore industriale che, ad esempio, trasforma le patate dolci in patatine fritte. La GreenGoose fornisce questi tuberi tutto l'anno, importando dall'Africa e dagli Stati Uniti. A tal fine, possiede 100 ettari in Egitto e 200 ettari negli Stati Uniti, tutte piantagioni gestite tramite joint venture.

Nel marzo 2020, l'azienda ha installato una nuova macchina per la selezione e il confezionamento presso la sede di Delta Fresh, nei Paesi Bassi, dove la GreenGoose seleziona le sue patate dolci. "Cercavamo una macchina di questo tipo da 18 mesi", afferma van der Goes. "Fino a oggi non eravamo riusciti a trovare nulla che potesse soddisfare le nostre esigenze. Ma alla fine abbiamo trovato il produttore giusto e abbiamo unito le forze per progettare questo macchinario".

Qualità garantita
"Le nostre patate dolci vengono selezionate e preparate per l'esportazione nella loro terra di origine. Abbiamo ricevuto gli ordini dall'Egitto e dagli Stati Uniti in casse pallettizzate da 6 kg. All'arrivo nei Paesi Bassi, alcune casse sono state sottoposte a controlli random sulla qualità. C'era, quindi, sempre la possibilità che i clienti potessero ricevere patate dolci di qualità inferiore, a causa del marciume, muffa o danni durante il trasporto. Ora offriamo ai nostri clienti prodotti che sono stati tutti controllati".

"Questo grazie alla nuova selezionatrice. Tutte le patate dolci passano attraverso la macchina il giorno in cui arrivano e ne controlliamo la qualità. Dopodiché le imballiamo per il cliente. Garantiamo la qualità, grazie al prodotto selezionato nei Paesi Bassi", spiega van der Goes. "Questo significa che ci sono meno sprechi e sei sicuro di vendere, diciamo, tutte le 100 casse, invece di 70, con uno scarto di 30".

La selezione delle patate dolci nella loro terra di origine comporta quasi sempre un imballaggio standard da 6 kg. "Ora che possiamo selezionare nei Paesi Bassi, ci sono più opzioni. Ad esempio, possiamo selezionare le patate dolci non solo nelle casse, ma anche in bins di plastica, come EPS e IFCO, e in imballaggi di peso diverso".

"Usiamo questa macchina anche per il nostro marchio GreenRoots. Possiamo anche selezionare le patate dolci in base al peso. Ci è stato richiesto in particolare dalle aziende che vogliono includere patate dolci nei kit pasto. Ad esempio, ci hanno richiesto di includere, come confezione standard, una patata da 200 g”, aggiunge van der Goes.

Meno sprechi
Poi c’è la questione dei costi. E' sempre più economico selezionare i prodotti nel Paese in cui vengono coltivati. "Sì, è più costoso che selezionare, ad esempio, in Egitto. Ma questo è importante solo se i clienti europei non fanno nulla con le patate dolci. Per coloro che riconfezionano i prodotti con la propria etichetta, questa nuova soluzione è più conveniente. Possiamo selezionare in modo molto efficiente con questa macchina".

"Come accennato prima, anche la garanzia della qualità gioca un ruolo importante. Ci sono meno tempi di inattività e i clienti finali rimangono soddisfatti. Sono scontenti quando le patate presentano delle ammaccature. Abbiamo rimosso le patate dolci danneggiate durante la selezione, dando loro una seconda possibilità come prodotti per l’industria del trasformato. Anche questo rende la selezione nei Paesi Bassi più sostenibile. Scartiamo solo quelle marce", sottolinea van der Goes.

Vantaggi per i Paesi di produzione
Secondo proprietario della GreenGoose, anche le società estere ne traggono vantaggio. "Selezioniamo le patate dolci egiziane. I nuovi coltivatori dei Paesi emergenti hanno molte meno opportunità sul mercato europeo. Non possono permettersi selezionatrici, quindi hanno difficoltà a fornire prodotti di alta qualità. Noi adesso possiamo aiutarli e diciamo loro di assicurarsi di avere un buon prodotto lavato e di inviarcelo".

"Al resto pensiamo noi. Questo fa risparmiare tempo agli agricoltori e consente loro di concentrarsi maggiormente sulla qualità delle loro patate dolci. Usiamo questa macchina per selezionare in base alla domanda del mercato europeo". Qual è la differenza tra questo e quello degli Stati Uniti? "Selezioniamo in base al peso e, per gli americani, in base al diametro", spiega l'importatore. "Lo usano per determinare la classificazione dei calibri della patata dolce. Ma non è sempre quello che vogliono i clienti".

Superficie europea
GreenGoose sta seguendo anche gli sviluppi nella superficie di coltivazione delle patate dolci in Europa. "Il mio obiettivo principale nel mercato attuale continuerà a essere l'importazione. La coltivazione locale delle patate dolci ci offre essenzialmente maggiori opportunità. Siamo gli unici sul mercato europeo con una macchina del genere. Ma, data la domanda del mercato europeo, le importazioni rimarranno fondamentali in futuro".

Efficienza, meno scarti, selezione in base alla domanda e opportunità per le aziende estere: van der Goes è generalmente soddisfatto di questa macchina. Non è preoccupato che i progettisti la vendano ad altri clienti. "Questo significherebbe che abbiamo intrapreso la strada giusta".

Per maggiori informazioni
Christiaan van der Goes
GreenGoose BV
Cell.: +31 6 48264074
Email: christiaan@greengoose.nl 
Web: www.greengoose.nl


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto