Dati dell'ultimo rapporto Ismea-Sinab relativi al 2019

In Italia il settore del biologico gode di ottima salute

L'agricoltura biologica in Italia, al 31 dicembre 2019, si caratterizza per una superficie coltivata di quasi 2 milioni di ettari (1.993.236 ettari, +2% sul 2018) e per un numero di operatori che supera le 80.000 unità. Dal 2010, l'incremento registrato è di oltre 879mila ettari e 29.000 aziende agricole. Lo si evince dai dati dell'ultimo rapporto Ismea-Sinab.


Clicca qui per un ingrandimento del grafico.

L'analisi della distribuzione geografica conferma che, anche nel 2019, il 51% dell'intera superficie biologica nazionale si trova in 4 Regioni: Sicilia (370.622 ettari), Puglia (266.274 ha), Calabria (208.292 ha) ed Emilia-Romagna (166.525 ha).

Sostanziale stabilità delle categorie dei piccoli frutti e della frutta in guscio, mentre continua la corsa della frutta da zona subtropicale (in particolare dei fichi e dei kiwi, che crescono rispettivamente di 102 e di 652 ettari); le superfici ad agrumi tornano ad aumentare, dopo la diminuzione del 2018, di un +3%. Infine, nonostante la flessione (-3%) del gruppo della frutta della zona temperata, sono interessanti gli incrementi registrati da mele e pere, le cui estensioni raggiungono rispettivamente 8.235 e 2.788 ettari.

Superfici e colture biologiche in italia - anni 2018 e 2019, valori in ettari
*Agli ortaggi sono accorpate le voci "fragole" e "funghi coltivati"
**La frutta comprende "frutta da zona temperata", "frutta da zona subtropicale", "piccoli frutti" - Fonte: Elaborazione SINAB su dati Organismi di Controllo - Clicca qui per un ingrandimento della tabella.

Consumi di cibi biologici in aumento
In Italia, i consumi di prodotti dell'agroalimentare biologico sono cresciuti nell'ultimo anno del +4,4%, superando i 3,3 miliardi di euro (dati aggiornati al primo semestre 2020). Per definire il valore del mercato del biologico italiano vanno poi aggiunti i consumi dell'Ho.re.ca, delle mense scolastiche e dell'export, ancora non stimati. L'incidenza complessiva delle vendite di biologico sulla spesa per l'agroalimentare italiano è del 4%.

Frutta, ortaggi, latte e derivati biologici sfusi sono sempre più presenti in specifiche aree attrezzate dei supermercati e invertono il trend negativo che li aveva caratterizzati l'anno precedente (+3,0%).


Clicca qui per un ingrandimento del grafico.

La pandemia ha impresso un'ulteriore accelerazione alla crescita, non solo legata al generale aumento degli acquisti tra le mura domestiche, ma anche alla maggiore attenzione alla salute e al benessere, che l'emergenza sanitaria ha imposto come priorità nel vissuto del consumatore.


Data di pubblicazione:
© /



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto