L'analisi del commerciante Johann Schmidt

Patate: superfici in espansione possono portare solo a surplus nella fornitura

A causa della siccità degli ultimi anni e delle conseguenti perdite di raccolto nel settore delle patate, molti agricoltori hanno deciso di espandere le superfici coltivate esistenti. Tuttavia, i conseguenti volumi aggiuntivi hanno portato a un notevole surplus di forniture, nel settore. Secondo Johann Schmidt, un commerciante tedesco di patate di Dinkelshausen, in Baviera, la fornitura eccessiva sta mettendo sotto pressione il mercato, soprattutto in questo anno commerciale segnato dalla pandemia di coronavirus, che ha mostrato una carenza di domanda da parte del settore della ristorazione e nel consumo di larga scala.


Vista del magazzino di patate della società Schmidt

La raccolta delle varietà mediamente precoci è stata quasi terminata. Come riportato dall'ente statistico dello stato bavarese con sede a Fürth, quest'anno il raccolto di patate è del 15% più alto rispetto alla media di lungo termine. In Baviera possono essere raccolte circa 1,9 milioni di ton di patate; ciò significa che, per ogni abitante dello stato tedesco, ci sono circa 145 kg di patate locali.

"Un raccolto leggermente al di sopra della media e di buona qualità - afferma Schmidt - ma i prezzi sono molto al di sotto della media. Il prodotto destinato al settore della trasformazione e già sbucciato ha un prezzo medio di 5 euro per 100 kg. Le patate da consumo, invece, variano intorno ai 6,5 euro per 100 kg, a seconda della tipologia di tubero".

Johann Schmidt gestisce la società bavarese a conduzione familiare e fornisce patate da mensa e da industria.

Espansione della superficie coltivata e surplus di fornitura
Secondo Schmidt, i prezzi bassi attuali sono chiaramente dovuti alla rapida espansione della superficie coltivata negli ultimi anni. "In questi tempi di cambiamento climatico, ogni anno il settore delle patate si trova a che fare con siccità e conseguenti perdite di raccolto. Per questa ragione, negli ultimi anni le zone coltivate in quasi tutte le principali zone di produzione della Germania sono state ampliate".

Probabilmente, in questo singolare anno segnato dal coronavirus non ci sarà bisogno di una notevole parte delle scorte di tuberi, sia da mensa che da industria, poiché le vendite nel commercio della ristorazione e nel consumo su larga scala si sono parzialmente interrotte. Le conseguenze della crisi si avvertono anche nelle esportazioni, secondo quanto riportato dal grossista bavarese.

"Esportiamo molto prodotto in Italia, oltre che le patate di grandi dimensioni in Romania, Slovenia e Repubblica Ceca. Negli ultimi anni, i tuberi di pezzatura grande sono stati molto richiesti e quindi anche pagati bene. Quest'anno è esattamente il contrario e i prezzi sono, quindi, su livelli bassi".

Una gamma moderna di varietà
Nonostante le difficili condizioni nel settore attuale delle patate, Schmidt crede nel potenziale dell'offerta bavarese. "La nostra gamma di varietà è in costante sviluppo, in linea con le ultime tendenze, sia per le varietà da consumo come la Gala, la Queen Ann e la Belmonda, che per le varietà industriali, come la Agria e la Fontane. Nonostante ciò, le varietà di patate resistenti sono ancora richieste".

Secondo Schmidt, nel prossimo futuro la sfida più grande continuerà a essere il problema dei volumi. "La superficie coltivata deve semplicemente essere ridotta, perché con prezzi del genere sta diventando difficile persino coprire i costi di produzione. Sfortunatamente, le imprese di larga scala esistenti diventano sempre più grandi e le condizioni di mercato si fanno più difficili".

Per maggiori informazioni
Johann Schmidt
Schmidt Agrarhandel GmbH
Dinkelshausen B29
86676 Dinkelshausen (Germania)
Tel.: +49 08435 16 92
Fax: +49 08435 16 90
Cell: +49 0171 6 42 22 75
Email: info@schmidt-agrarhandel.com  
Web: www.schmidt-agrarhandel.com    


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto