Reportage fotografico del decimo Obst & Gemüse Kongress

Dopo mille videoconferenze, oggi vediamo finalmente persone reali

Qualche giorno fa, si è svolta a Düsseldorf la decima edizione dell'Obst & Gemüse Kongress (Congresso sull'ortofrutta tedesca), anche se in modalità diversa rispetto a quanto pianificato. Il team organizzativo di GS1 Germany GmbH, AMI - Agrarmarkt Informations-Gesellschaft mbH e Fruchthandel-Magazin si sono impegnati molto per trasmettere un senso di sicurezza nella CCD Stadthalle.

Il Congresso è stato probabilmente il primo grande evento per l'industria ortofrutticola tedesca dopo il Fruit Logistica di febbraio e lo scoppio del coronavirus in Germania, a marzo di quest'anno. "Dopo mille videoconferenze, oggi vediamo finalmente persone reali", hanno detto nel loro discorso di apertura Hans -Christoph Behr (AMI), Kaasten Reh (Fruchthandel) e David Hintzen (GS1). "Siamo lieti che l'evento - nonostante il coronavirus - possa ancora svolgersi. Vorremmo esprimere l'auspicio di poterci rivedere il prossimo anno a Düsseldorf, nelle modalità consuete".

Clicca qui per accedere al reportage fotografico.
Il team di AMI.

Oltre alle mascherine obbligatorie, al distanziamento sociale e ai posti prestabiliti, ovviamente all'ordine del giorno c'è stato il coronavirus: significativo è l’impatto che la pandemia ha avuto e ha tuttora sul commercio ortofrutticolo tedesco (e mondiale). Pertanto, questo argomento è stato il filo conduttore comune per molti interventi.

Stephan Weist: "Stress test superato"
Stephan Weist, responsabile del Category Management di REWE Group, si è occupato della gestione delle crisi nella sessione di domande e risposte, con Kaasten Reh: "Fortunatamente, la catena alimentare ha funzionato perfettamente", ha osservato Weist, il quale ha seguito la routine quotidiana in alcuni negozi ed è rimasto generalmente soddisfatto della fornitura. "Siamo riusciti a garantire la fornitura continua di quasi tutti i prodotti".

Clicca qui per accedere al reportage fotografico.
Stephan Weist durante la sua presentazione

I problemi maggiori, ha detto, sono stati di natura politica: "Gli aspetti politici e logistici come la chiusura delle frontiere sono stati più complicati della fornitura del cibo. Ma tutto sommato direi: lo stress test è stato superato".

Weist crede inoltre che la crisi abbia dato un buon impulso alle vendite online: "I colleghi hanno decisamente raggiunto i loro limiti, meno nel prelievo che nella consegna. Nei periodi di picco, gli ordini sono più che raddoppiati e sono ancora stabili a un livello superiore rispetto a prima della crisi".

Le verdure possono essere innovative e sexy?
L'evento di quest'anno ha avuto due interessanti contributi sul tema dell'innovazione. Sia Stephan Schilling, responsabile di PR & Communications di Divimove sia il prof. Bastian Halecker, fondatore e amministratore delegato di Hungey Ventures/Nestim LLC, hanno l'obiettivo di portare il commercio tradizionale di frutta e verdura nell'era moderna, con alcune nuove idee.

Clicca qui per accedere al reportage fotografico.
Stephan Schilling (a sinistra) con Hans-Christoph Behr e il duo musicale "Reis Against the Spülmachine".

Schilling ha invitato i partecipanti a sviluppare concept di marketing che possano rendere la frutta e la verdura più accattivanti. Ha, inoltre, sottolineato l'importanza dei social media e degli influencer in questo sistema di piattaforme digitali. "Nel commercio non bisogna aspettare troppo a lungo: bisogna provarci! Ci sono troppi dubbi nel settore, nonostante ci siano grandi opportunità per migliorare la portata e l'immagine del cibo fresco".

Dall'altra parte, Halecker sta cercando di far cooperare "dinosauri" e "unicorni": in altre parole, i mondi delle start-up e delle aziende affermate. "Tutti sanno che l'innovazione è importante, ma le grandi aziende, in particolare, fanno solo piccoli passi in quella direzione. D'altra parte, le start-up potrebbero essere più difficili da intercettare, ma hanno le nuove idee e la spinta che invece mancano ai dinosauri".

Clicca qui per accedere al reportage fotografico.
Il prof. Halecker non è riuscito ad arrivare da Berlino e ha parlato tramite una connessione live.

L'esperto ha fatto un appello: "Oggi ci sono soluzioni per tutto. Quindi bisognerebbe chiedersi: Qual è il problema reale della mia azienda?".

Queste due presentazioni hanno colpito i visitatori e ispirato sicuramente a riflettere di più su questo argomento.

Clicca qui per accedere al reportage fotografico.
Il team KÖLLA nel proprio stand.

 

Soddisfacente anche la collaborazione dimostrata dai partecipanti. Tutti hanno rispettato le indicazioni rispetto agli spazi da occupare, l'obbligo della mascherina e le regole di distanziamento sociale, rendendo così possibile lo svolgimento del meeting in totale sicurezza. Nel complesso, è stato un inizio di successo di "nuova normalità" e sia gli organizzatori che i visitatori si sono mostrati molto soddisfatti di come si è svolto l'evento.

Clicca qui per accedere al reportage fotografico.


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto