Le previsioni di Juan Luis Cardona, presidente di Uniban (Colombia), sul 2020

Export di 44,7 milioni di casse di banane e 3,3 milioni di casse di platani

Nonostante la pandemia globale, Uniban, la più importante società di esportazione e commercializzazione di banane e platani della Colombia, nel primo trimestre del 2020 ha esportato 15,3 milioni di casse di banane e un milione di casse di platani. Questo significa che l'export aziendale è aumentato rispettivamente del 20% e del 13%, rispetto all'anno precedente.

"Nel 2019, la Uniban ha esportato 35,4 milioni di casse di banane da Uraba e Magdalena (1,4 milioni di casse in meno, rispetto al 2018). Questo calo è stato dovuto principalmente alle condizioni meteo, che hanno limitato la disponibilità del frutto", ha dichiarato Juan Luis Cardona, presidente della società. "Uniban aveva esportato 2,5 milioni di casse di platani, per un valore di 30,8 milioni di dollari. La società ha inoltre esportato 4,7 milioni di chili di ananas, pari a 399.760 casse, il 5,3% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente".

"Quest'anno prevediamo di esportare 44,7 milioni di casse di banane, 3,3 milioni di casse di platani e circa 1.800 tonnellate di chips di platano", ha aggiunto Cardona.

Secondo il presidente della società, oltre 400 produttori diretti e indiretti di banane di Uraba e Magdalena commercializzano i loro frutti con Uniban (che possiede oltre 3.200 ettari di coltivazioni di banane), come quasi 2.400 produttori per l’esportazione dei loro platani.

Cardona ha anche detto che la domanda di banane è sempre molto forte su tutti i mercati, dall'inizio della crisi Covid-19 in Colombia. "C'è stato un cambiamento rispetto ai canali di fornitura. Si è avuto un calo dei consumi nelle scuole, nei ristoranti e in altri locali chiusi, ma sono aumentati nelle case o nei luoghi di isolamento che vengono riforniti attraverso le catene di distribuzione. Le esportazioni continuano ma ci sono stati bruschi cambiamenti nelle loro dinamiche, perché i modelli di consumo nei diversi Paesi sono indotti dalle misure adottate da ciascuna nazione".

Juan Luis Cardona ha sottolineato che la società ha implementato un protocollo di biosicurezza, per garantire la sicurezza di tutti i suoi lavoratori e continuare a offrire frutti di qualità ai propri clienti.

Fonte: agronegocios.co


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto