Avvisi







Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Ecco alcuni consigli da seguire

Segmento ortofrutta: il modo migliore per veicolare micronutrienti al nostro organismo

Anche in questo particolare momento storico, è importante dedicare la propria attenzione all'apporto di sostanze che possono aiutare il nostro organismo ad aumentare le difese immunitarie. Indubbiamente, i principali alimenti di supporto al nostro sistema immunitario sono frutta e verdura fresca. A tale riguardo, abbiamo chiesto lumi a Sara Cordara, una nutrizionista torinese, la quale ci ha fornito alcuni consigli.

"L'alimentazione ha un ruolo fondamentale nel prevenire le forme influenzali più diffuse e aiutare anche nella prevenzione di infezioni nuove, come quella in atto. Il segmento ortofrutta è sicuramente il modo migliore per veicolare antiossidanti, vitamine e altre sostanze nutraceutiche. Cerchiamo di prediligere sempre frutta e verdura fresca, scegliendo prodotti di stagione".

Quali i prodotti con il maggiore apporto di elementi nutraceutici?
"Non esistono alimenti che abbiano proprietà nutraceutiche tali da sostituire ogni altro cibo; in questa disamina, possiamo citare alcuni prodotti ortofrutticoli più idonei nel prevenire che virus e batteri possano trovare terreno fertile. Arance, mandarini, pompelmi e agrumi in genere, ma anche le fragole sono ricchi di vitamina C, ideali quindi per aiutare il sistema immunitario e favorire l'assorbimento di ferro. Immancabili sulle nostre tavole anche le carote, le quali contengono carotenodi con funzione di mantenimento delle difese immunitarie".

"Nei momenti di particolare affaticamento, consiglio il consumo di lattuga, quest'ultima ricca di sali minerali, vitamina A e C, mentre la cipolla, malgrado non sia molto apprezzata da tutti, è un altro allenato naturale per prevenire l'influenza, poiché ricca di flavonodi che contrastano l'azione di batteri".

"A stimolare le difese immunitarie ci pensano anche i batteri della nostra flora intestinale, i quali vengono nutriti da una particolare fibra (inulina), quest'ultima presente nei carciofi".

"La mancanza o la carenza di questi (ma anche altri) micronutrienti appena citati può essere responsabile dell'alterato funzionamento dei meccanismi di difesa dell'organismo e, quindi, della possibilità di non riuscire a contrastare le infezioni. Pertanto, sulle nostre tavole dobbiamo proporre alimenti sempre differenti, mangiando biodiverso, cioè facendo ruotare frutta e verdura ogni giorno, oltre che attenerci alle linee guida della dieta mediterranea".

Quale il consiglio che intende dare a tutti i consumatori/lettori?
"Quando si va a fare la spesa, bisogna prestare molta attenzione e chiedere maggiori informazioni, nel caso non dovesse essere indicata la provenienza del prodotto. Prediligiamo sempre ortofrutta made in Italy, che è sicuramente di migliore qualità nutrizionale, migliore sapore, oltre ad essere meticolosamente controllata". 

"Purtroppo, siamo condizionati da troppi automatismi e poca attenzione nella ricerca del prodotto buono. Il nostro obiettivo, molto spesso, è soltanto quello di portare a casa le quantità necessarie, distraendoci su quella che è la qualità del prodotto in questione. Mai come in questo momento dobbiamo aiutarci a vicenda e comprare prevalentemente italiano. Così facendo, non solo facciamo del bene al nostro organismo, ma aiutiamo anche tutti quei piccoli e medi produttori che, ogni giorno, fanno sacrifici per tutelare il nostro ricco patrimonio agroalimentare italiano".

Contatti
Dott.ssa Sara Cordara
Nutrizionismi
Tel.: (+39) 389 9825841
Email: sara.cordara@nutrizionismi.it 
Web: nutrizionismi.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto