Julie Escobar - Global Women Fresh

Coinvolgere le donne in tutta la filiera agroalimentare, dall'azienda agricola al consumatore finale

La Global Woman Fresh è stata fondata un anno e mezzo fa, quando Julie Escobar, Monica Bratuti e Viviane Schappo hanno deciso di mettere a frutto la loro esperienza combinata di 45 anni nel settore della produzione orticola, per creare un'opportunità per le donne di fare rete e associarsi.

Dopo un’approfondita valutazione, si sono prefisse una mission che era quella di collegare, dare potere e attrarre le donne in tutta la filiera agroalimentare, dalla "azienda alla tavola", orientando il dibattito su cinque pilastri del settore: spreco alimentare, sostenibilità, impatto sociale, tecnologia e innovazione.

Il primo evento per la GWF si è svolto al Fruit Logistica di Berlino dello scorso anno, quando hanno capito che per le organizzazioni è facile ospitare eventi femminili durante le conferenze, ma sempre in un ambito molto regionale, mentre, a livello di ogni Paese, sebbene la questione sia stata affrontata, non c’è stata alcuna organizzazione, a livello globale, che l’ha approfondita. Tranne appunto la GWF.

“Dopo l'evento a Berlino dell'anno scorso, abbiamo imparato che, se vogliamo portare avanti questa discussione, dobbiamo essere consapevoli delle differenze nei diversi continenti. Abbiamo constatato, ad esempio, che le donne dei Paesi Bassi sono piuttosto avanti, in quanto hanno molte più opportunità, quindi non erano interessate a parlare di uguaglianza di genere. Quello di cui volevano davvero parlare erano questioni come lo spreco alimentare, la sostenibilità e l'impatto sociale, la tecnologia e l'innovazione, e così via. Diversamente, per le donne dei mercati emergenti come Africa, America Latina e Asia la complessità della loro vita quotidiana le porta a voler parlare di uguaglianza di genere, divari di genere e molestie sessuali", spiega la co-fondatrice Julie Escobar.

"La sfida per noi è stata quella di cercare di uniformare queste diverse realtà. Come possiamo trattare argomenti che interessino una comunità globale? Come possiamo rendere la discussione inclusiva per gli uomini? Perché, alla fine della giornata, tendiamo a essere un'industria prevalentemente maschile e la maggior parte dei responsabili nei processi decisionali sono uomini? quindi come possiamo coinvolgere gli uomini nella discussione?".

"Vogliamo coinvolgere le donne nell'industria agroalimentare, dall'azienda agricola al consumatore finale. Le donne infatti, nel mondo di oggi, in tutti i diversi mercati, sono quelle che sono determinanti nelle decisioni d’acquisto, a livello di negozio: l'80-90% degli acquisti è fatto dalle madri, quindi si può capire l'impatto che possono avere sulla sostenibilità, sul packaging e sulla riduzione della plastica. Tutti questi sono problemi che interessano non solo l'industria, ma il mondo intero".

La GWF lavora in partnership con le Nazioni Unite in un progetto chiamato SheTrade. Questa è un'iniziativa per emancipare più di 3.000 donne dei Paesi sottosviluppati, entro il 2021.

"La maggior parte del lavoro viene svolto in Africa. Lavorare con loro è straordinario. Lo scorso anno, ci hanno raggiunto al Fruit Attraction, per sponsorizzare il nostro evento. Stiamo facendo tutti i tipi di seminari e webinar con loro e stiamo insegnando a queste donne la finanza, gli affari, e come sviluppare relazioni più forti con i rivenditori e gli acquirenti di tutto il mondo. Queste donne sono coltivatrici e contadine in Africa, senza grossi investimenti e una conoscenza dei mercati e della filiera. Quello che cerchiamo di fare è costruire un ponte e far capire loro che le loro attività possono crescere e migliorare".

Quest’anno, a Berlino, venerdì ci sarà un evento speciale dedicato a queste donne, durante il quale ognuna di loro potrà avere un colloquio con le consulenti. Ci sono alcune storie affascinanti da raccontare e, se queste verranno condivise con gli esportatori e il settore della vendita al dettaglio, potranno davvero avere un impatto enorme, secondo Julie.

La Global Women Fresh ha anche stilato una lunga lista di relatori per un evento programmato per giovedì, tra cui Michelle Redfern, che è una relatrice molto nota per il suo coinvolgimento in questioni di genere, uguaglianza e inclusione. Ci sarà anche una tavola rotonda con Adrielle Danker , amministratore delegato del Mature’s Pride e con il Ministro regionale dell’agricoltura della Catalogna, e diversi membri delle Nazioni Unite.

La GWF rivelerà anche i risultati del loro sondaggio globale, che ha raccolto 400 risposte da tutto il mondo, e promette di rivelarsi una fonte di dati unici sulle donne operanti in ortofrutticoltura di tutto il mondo.

Per maggiori informazioni:
Julie Escobar
Global Women Fresh
julie.escobar@globalwomenfresh.com 
Global Woman Fresh


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto