Si espande la coltivazione di avocado in Spagna, con conseguente aumento dei volumi

La scorsa settimana è iniziata la raccolta di avocado Hass ad Axarquía, nella provincia di Malaga, la principale area di produzione spagnola di questo frutto subtropicale. Sebbene i raccolti siano simili a quelli dell'anno scorso e la superficie coltivata sia rimasta stabile a Malaga, la produzione sarà più abbondante in questa stagione per via dell'estensione della superficie coltivata nel resto della Spagna, e dell'entrata in produzione di queste nuove piantagioni.

"Ci sono già circa 15.000 ettari di piantagioni in Spagna, mentre 5 anni fa erano circa 10.000 ettari. Negli ultimi anni, la superficie è cresciuta in aree come Cadice, Huelva e Valencia. Inoltre, molte aziende a Malaga sono passate a impianti più intensivi. Pertanto, quest'anno ci saranno maggiore disponibilità di volumi", afferma Juan Antonio Reyes Gutiérrez.

Gli avocado spagnoli di varietà Hass arrivano sui mercati europei in un momento di grande abbondanza di prodotto da altre origini. "Al momento, le produzioni provenienti da Cile, Colombia, Repubblica Dominicana, Messico, Israele e Marocco sono concorrenziali, sui mercati, anche con la Spagna. Il Marocco, ad esempio, ha registrato un'incredibile crescita del suo volume di produzione, con un aumento del 150% rispetto allo scorso anno, e sta trovando sempre maggiori opportunità in Europa, con una qualità simile a quella del prodotto spagnolo. Ci sono 7 origini diverse e questo crea confusione sul mercato; di conseguenza, i prezzi scenderanno rispetto ai buoni livelli registrati la scorsa estate. Stiamo già notando una pressione sulle vendite".

I prezzi all'origine sono stati tra 3 e 3,50 euro al chilo, e questa settimana stanno già scendendo. "Penso che nelle prossime settimane si stabilizzeranno tra 2 e 2,50 euro, il che è ancora una buona quotazione", afferma Juan Antonio Reyes. "Ciò dimostra che i consumi continuano ad aumentare. Una delle catene spagnole di supermercati con cui collaboriamo ci ha recentemente informato che le sue vendite di avocado sono aumentate del 10%, in soli 5 anni".

Questo aumento dei consumi è fondamentale per assorbire i grandi volumi che arriveranno nei prossimi anni. "Esistono grandi gruppi che stanno investendo in modo esponenziale in Colombia, e la loro produzione aumenterà considerevolmente nei prossimi anni. Anche le società di produzione spagnole stanno investendo in Portogallo, data la mancanza di superficie di coltivazione nel territorio nazionale. Abbiamo già 100 ettari piantati in Portogallo e speriamo di raggiungerne 500".

Per quanto riguarda i mango, oltre a quelli di altre origini, la Reyes Gutiérrez continua a fornire mango spagnoli della varietà Keitt, che possono essere commercializzati fino a metà dicembre, grazie alla capacità tecnica dei produttori.

"L'abbondanza del mango spagnolo Osteen e del brasiliano Palmer, in settembre e ottobre, ha reso l'offerta troppo abbondante e i prezzi molto bassi. Tuttavia, la situazione è migliorata a fine stagione, con l'arrivo della varietà Keitt, proprio quando la disponibilità risultava in calo e c'era un migliore equilibrio tra domanda e offerta. Questo è il motivo per cui le nuove piantagioni di mango in Spagna si sono concentrate sulla Keitt e su altre varietà tardive, raccolte tra ottobre e novembre", afferma l'esperto.

I mercati principali per i mango dell’azienda sono la Spagna, dove lavorano con la maggior parte delle catene di supermercati, e la Francia, dove forniscono catene come Carrefour, Intermarché o Leclerc attraverso la Reyes Gutiérrez France.

Per maggiori informazioni:

Juan Antonio Reyes
REYES GUTIÉRREZ
Tel.: +34 952 50 56 06

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto