"Tra circa 15 giorni, inizieranno le raccolte in tutte le nostre aziende orticole associate. Per questa nuova campagna puntiamo a migliorare sotto l'aspetto della qualità complessiva e, in particolar modo, sul gusto delle referenze prodotte. Le coltivazioni si basano sulla programmazione che effettuiamo, partendo dagli accordi definiti con i nostri partner commerciali". Queste le parole di Vittoria Gona, presidente della Società cooperativa siciliana AlbaBio, con sede a Marina di Ragusa, in Sicilia.

Vittorio Gona

Prezzi in linea con la stagione, leggermente in crescita
"Sono due i prodotti di maggior valore intrinseco – prosegue Gona – a cui stiamo dedicando più attenzione in termini di miglioramento varietale: il datterino e il mini san marzano, che peraltro sono gli articoli maggiormente richiesti dal mercato, in quanto hanno un gusto molto gradevole per l'intero arco della stagione produttiva. Il datterino è quotato mediamente a 2,00 euro/kg, mentre il mini san marzano o marzanino si attesta su 2,20 euro/kg".

"La nostra cooperativa, inoltre, produce altre referenze orticole quali zucchine, cavoli, sedano, carciofi e pomodoro ciliegino a grappolo, ovale e tondo liscio. Qui i prezzi sono in linea con il periodo di riferimento e tendono a salire leggermente con l'arrivo delle temperature fredde".

Più attenzione da parte delle istituzioni
"Sempre sulla base delle programmazioni effettuate – spiega il presidente – nell'annata di produzione 2019/20 prevediamo un 10% circa di aumento del prodotto venduto. Malgrado la concorrenza dei nostri colleghi spagnoli e marocchini, crediamo che possa esserci un salto di qualità nell'organizzazione della produzione e della commercializzazione delle produzioni ortofrutticole siciliane. Nel contesto, non vogliamo dimenticare il vantaggio di cui gode il Marocco, che non soffre dell'embargo verso la Russia, dove i produttori comunitari hanno perso una grossa fetta di mercato. Per questo e altri motivi ci aspettiamo una maggiore attenzione da parte delle istituzioni e degli organi politici in sede comunitaria e non solo".

Le anomalie sui prezzi vengono scaricate sull'anello più debole
"Tuttavia apprezziamo il lavoro che sta svolgendo il ministro all'Agricoltura Teresa Bellanova – chiarisce il presidente – specialmente nella parte in cui coinvolge tutti gli attori della filiera, partendo dall'anello più debole che sono i lavoratori. Piace, particolarmente, una sua dichiarazione nella quale sottolinea come i costi di produzione non possano essere superiori a quelli di vendita: questa discrepanza viene infatti scaricata a scapito delle figure più deboli".

"Concordiamo con il ministro sulle tante criticità da risolvere, cui si aggiunge quella climatica. Per tale ragione, chiediamo che gli ispettorati dell'agricoltura e gli enti preposti a tali emergenze siano veloci nell'erogare gli aiuti. L'Italia è leader mondiale in molteplici produzioni agricole di eccellenza, ma subiamo la falsificazione di questi prodotti e a tale fenomeno si dà ancora scarsa rilevanza".

"Infine, per parafrasare il ministro – conclude Gona – noi vogliamo essere protagonisti nel futuro agricolo italiano ed europeo, rispettando la sostenibilità ambientale. Siamo quelli che producono buoni frutti, non montagne di carte".

Contatti:
O.P. Coop. Alba Bio 
Cda Ferranta, SN
97010 Marina di Ragusa (RG)
Tel.: +39 0932 239003
Cell.: +39 335 7856242 (commerciale)
Fax: +39 0932 616014
Email: info@gruppoalbabio.it
Web: www.gruppoalbabio.it