Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Alcuni esportatori polacchi stanno gonfiando i prezzi delle mele

In Polonia i prezzi più elevati per le mele si possono spiegare facilmente: nonostante i raccolti più bassi, la domanda è rimasta stabile e ciò ha portato a un aumento delle quotazioni. Un commerciante che lavora dalla Polonia, ma conserva un rapporto stretto con la sua società madre in India, afferma che alcuni commercianti polacchi stiano approfittando della situazione, gonfiando un po' troppo i prezzi.

Anche se la sede centrale dell'azienda è in India, Fruitways lavora dalla Polonia per acquistare le mele direttamente dai coltivatori e per esportarle successivamente. 

Saurabh Tanwar è l'amministratore delegato per Fruitways. "La nostra capofila in India - spiega - è un player molto grande. Importiamo molti prodotti ortofrutticoli da Polonia, Cile e Sudafrica. Per tagliare gli intermediari abbiamo aperto filiali in questi paesi. In questo modo possiamo acquistare direttamente dai coltivatori e poi esportare i prodotti ortofrutticoli in India a un prezzo più basso. Abbiamo appena cominciato in Polonia, ma la stagione scorsa abbiamo spedito 60 container. Anche se i volumi sono più bassi, quest'anno, abbiamo intenzione di incrementare le nostre esportazioni in India a circa 100 container".

La società madre in India importa anche arance Valencia e Navel dal Sudafrica; mele, kiwi e noci dal Cile e avocado dal Messico. "Il motivo per cui abbiamo scelto questo modello commerciale, è che non si può mai essere certi di ottenere i prezzi giusti se si lavora solo dall'India. Prendiamo la Polonia, per esempio esempio. Alcuni degli esportatori stanno approfittando della situazione attuale, gonfiando i prezzi delle loro mele. Ora, capisco che la presenza di volumi minori comporti prezzi più elevati, ma onestamente penso che li abbiano gonfiati un po' troppo. Le grandi società sono i player vincenti, in questo senso. Possiamo esportare in India a 1 euro al kg e ottenere comunque un margine di profitto per la nostra impresa polacca. Alcuni esportatori stanno vendendo a 1,05 euro al kg. E' un piccolo incremento, ma il reale impatto si nota quando si parla di centinaia di container".

"Dal momento che il nostro quartier generale è un'azienda a conduzione familiare, possiamo fidarci delle persone con cui lavoriamo in Cile, Messico, Sudafrica e, ovviamente, in Polonia. Ci concentriamo sul mercato indiano, rifornendo la nostra società madre, ma serviamo anche altri clienti, sempre in India".

"In questi primi anni non ci concentreremo su altri mercati - continua Tanwar - Ma potremmo decidere, alla fine, di aprire nuove filiali. Il motivo per cui non vogliamo farlo troppo presto è la nostra conoscenza completa di tutto ciò che accade sui mercati indiani, grazie alla nostra squadra di ricerca e sviluppo. Conosciamo persino quale tipo di ortofrutticoli è in arrivo nei porti indiani, oltre che i prezzi pagati per i prodotti. Utilizziamo queste informazioni per sfruttare e adattare di conseguenza prezzi e strategia".

Per quanto riguarda le mele, Fruitways Tanwar si aspetta di riuscire a rifornire l'India con le Royal Gala fino alla fine di marzo. "Al momento sono disponibili le mele indiane, quindi le spedizioni interessano quantità più piccole. Tuttavia, non appena sarà trascorso dicembre, l'attività sarà a pieno regime e spediremo circa 6 container ogni settimana".

Per maggiori informazioni:
Saurabh Tanwar
Fruitways
Tel: +48 503 939 974
Email: saurabh@fruitways.pl


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto