Avvisi



Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Organismo da quarantena nella UE

Messico: campione positivo al ToBRFV nella melanzana

Nel 2018, è stato segnalato per la prima volta in Messico (a Michoacán) il virus ToBRFV (Tomato Brown Rugose Fruit Virus). Sono state condotte ulteriori indagini per valutare la presenza del virus in Messico.

A febbraio 2019, sono stati trovati 117 focolai in 20 Stati (Aguascalientes, Baja California, Baja California Sur, Chiapas, Chihuahua, Coahuila, Colima, Durango, Guanajuato, Hidalgo, Jalisco, Michoacán, Morelos, Puebla, San Luis Potosi, Sinaloa, Sonora, Tamaulipas, Yucatán, Zacatecas).

Il ToBRFV sta causando molti danni alle colture di pomodoro (Solanum lycopersicum) e peperone (Capsicum sp).

La EPPO, organizzazione intergovernativa responsabile della cooperazione per la protezione delle piante in Europa e nella regione mediterranea, presenta un aggiornamento sulla situazione, poiché un campione positivo al virus ToBRFV è stato segnalato anche nella melanzana (Solanum melongena), nel Comune di Elota (Stato di Sinaloa), nel dicembre 2018.

Questo è il primo caso segnalato su melanzana. Si può notare che, in un altro studio, le prove di inoculo non hanno portato alla trasmissione del virus nelle melanzane (cv. Classic, cv. 206 - Luria et al., 2017).

Per mitigare l'ingresso e la diffusione di ToBRFV sul territorio messicano, sono state applicate delle misure fitosanitarie che includono requisiti specifici per l'importazione di sementi, piantine, piante e talee di pomodoro, peperoni e melanzane, nonché regolamenti nazionali per la produzione di materiale di propagazione di pomodoro, peperoni e melanzane.

Situazione europea
In Italia, il virus del ToBRFV è stato osservato per la prima volta nel 2019, in Sicilia, e in Piemonte nel maggio 2019, in una serra che produceva pomodori. Sono state immediatamente applicate misure di eradicazione (distruzione mediante incenerimento di tutte le piante della serra e disinfestazione delle strutture). Sono state condotte indagini ufficiali nell'area circostante la serra, e non sono stati trovati ulteriori focolai. Questo focolaio è quindi considerato eradicato, conferma la EPPO.

Normativa europea
Sotto la pressione di diversi Stati membri non colpiti dal virus, il mese scorso è stata presa la decisione, a livello europeo, di assegnare lo stato di quarantena (stato Q) al virus ToBRFV, al fine di impedire che questo si diffonda ulteriormente.

Il virus ToBRFV otterrà lo stato Q a partire dal 1° novembre 2019. Da quel giorno entrerà in vigore un regolamento europeo di emergenza, che prevede che ogni segnalazione del virus in Europa debba essere resa pubblica. La decisione è stata presa dalla Commissione europea a luglio scorso. Per il pomodoro e il peperone verranno applicate misure specifiche, vietando l'introduzione e la circolazione del virus nell'UE.

Le misure saranno in vigore dal 1° novembre, sia per i coltivatori di peperoni e pomodori, sia per le aziende di breeding e i coltivatori di piante giovani, che lavorano con una o entrambe le colture.

Per saperne di più cliccare qui. 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto