Le bacche di Goji bio danno vita a una ricca gamma di trasformati

I trasformati a base di Goji (Lycium barbarum) sono un prodotto ancora poco conosciuto in Italia. Tra le referenze innovative in mostra al Sana di BolognaFiere 2018, l'Azienda Agricola Bragaglia è stata tra le prime aziende a produrre trasformati 100% di bacche di Goji da filiera biologica italiana, in succo e confetture. 

Esponente della terza generazione di imprenditori, Fabio Bragaglia è oggi alla guida del fondo di famiglia, che dal 1951 a oggi, ha consolidato e diversificato le sue produzioni a Magliano in Toscana (GR). Nel cuore della Maremma Toscana, oggi l'azienda si estende su una superficie di circa 65 ettari; una terra in passato infruttuosa oggi diventata fertile e ricca di tradizioni e di tesori naturalistici. Dai terreni è possibile scorgere il Monte Amiata su un fronte, e dall'altro, l'Argentario bagnato dal Mare Tirreno. 

"La nostra attività - racconta Fabio - abbraccia anche altre produzioni tra cui la viticoltura, l'olivicoltura e la produzione di miele. La coltivazione delle Bacche di Goji, condotta dal 2013, è in qualche modo il nostro fiore all'occhiello; è ciò che veramente ci consente di poter dire che abbiamo aperto una nuova pagina nella tradizione aziendale e nel nostro territorio".

Come noto, il Goji è considerato un superfood, con caratteristiche funzionali presenti sia nel prodotto fresco sia in quello essiccato. In particolare, questa bacca presenta un elevato contenuto di un carotenoide, la zeaxantina dipalmitato. "I fattori benefici del Goji - spiega Fabio - ci hanno spinti ad affinare le tecniche di coltivazione e a puntare sulla lavorazione e trasformazione del frutto fresco".

Una pianta rigogliosa
"Coltiviamo le bacche a pieno campo, in sinergia con il CNR di Follonica al fine di ottenere frutti selezionati, di livello qualitativo superiore. La pianta presenta una vegetazione rigogliosa, con un fabbisogno idrico elevato. A seconda dell'andamento climatico, raccogliamo circa 2 ton/ettaro di bacche fresche; la massima fruttificazione della pianta si registra tra giugno e luglio con una pausa vegetativa nel mese di agosto, per poi riprendere a settembre la nuova attività vegetativa/produttiva".

La linea dei trasformati
Il marchio produce un'ampia linea di freschi e trasformati ad alto contenuto funzionale tra cui: frutti freschi, confetture 100%, mix Goji e frutta, succo e polpa di Goji 100%, nettari di Goji e mirtillo nero selvatico.

Parte della produzione viene essiccata a freddo, in forni appositi che non superano mai la temperatura di 40° per mantenere le proprietà dei frutti.

Il succo di Goji è privo di zuccheri aggiunti, di additivi, di coloranti o conservanti. E' ottenuto mediante la spremitura a freddo delle bacche fresche e pastorizzato mediante un sistema innovativo che permette di mantenere inalterate tutte le proprietà organolettiche dei frutti di origine.

Tutta la linea dei succhi e delle confetture è disponibile rispettivamente nei formati da 200 ml e 110 gr.

"L'idea di trasformare le bacche - sottolinea Fabio - è nata dalla difficoltà di commercializzare il frutto fresco, innanzitutto per la sua delicatezza e deperibilità, con una shelf life di soli 7 gg. Si tratta di un prodotto con costi lavorazione elevati perché la raccolta e la calibratura avvengono a mano; a ciò vanno aggiunti gli elevati costi di trasporto a temperatura controllata".

La trasformazione del Goji richiede, proprio per le caratteristiche intrinseche del frutto, una lavorazione che alteri il meno possibile il tenore antiossidante della materia prima. "Una sfida - dice Fabio - che ha coinvolto noi produttori in un'interessante ricerca - condotta in sinergia con realtà locali del mondo della trasformazione - finalizzata a trasferire le qualità e le caratteristiche della materia prima nei prodotti a base di Lycium barbarum".

Commercializzazione
"Commercializziamo il prodotto fresco mediante vendita sul campo, mentre il trasformato lo distribuiamo presso rivenditori locali, specializzati e delicatessen. A questa modalità - conclude l'imprenditore - affianchiamo la promozione online dei prodotti su vari siti di e-commerce. Siamo anche in contatto con Paesi extra UE in particolare Messico, Emirati Arabi, Giappone, Singapore. Paesi che, sebbene, conoscano il prodotto, non lo hanno mai provato in succo o in confetture".

Contatti:
L'Azienda Agricola Bragaglia
Zona Bestiale, 2
58051 Magliano in Toscana (GR)
Cell.: 392 9377093
Email: azagricolabragaglia@gmail.com
Web: www.bacchedigoji.it


Data di pubblicazione :
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019