Il mercato turco del limone e' stabile: i problemi della Spagna creano opportunita'

Il mercato turco dei limoni sembra stabilizzarsi, dopo un difficile inizio. Questo cambiamento giunge appena in tempo, dato che la Spagna sta avendo problemi con i calibri e la qualità, a causa delle condizioni meteo. Per l'esportatore turco Aksun, questa notizia rappresenta delle opportunità, o almeno rende meno agguerrita la concorrenza.

Anche se la stagione turca dei limoni è iniziata con un surplus di offerta, secondo Akin Soyleyen, direttore marketing della Aksun, il mercato è attualmente stabile: "La stagione è stata buona finora. C'è stato un eccesso di offerta all'inizio della campagna: tutti gli esportatori hanno deciso di vendere i loro agrumi a un prezzo più alto, ma si è rivelata una cattiva idea. Eravamo preparati a questo, la stagione è iniziata con lo stesso ritmo che abbiamo oggi".

In Spagna, il mercato dei limoni tratta calibri più piccoli, combinati con una qualità che non è all'altezza delle aspettative che si hanno sui prodotti spagnoli. Aksun per fortuna non ha dovuto affrontare nessuno di questi problemi, dando loro un vantaggio: "I calibri sono generalmente medi per la varietà Aydin. Il permesso per l'esportazione di questa varietà è stato rilasciato un paio di settimane fa. Quest'anno non abbiamo problemi di calibri per i limoni: possiamo fornire quelli richiesti dai clienti. Normalmente, la Spagna è dominante nell'Unione europea, per la situazione geopolitica, ma quest'anno la Turchia ha un'opportunità con la sua migliore offerta".

I limoni turchi vengono esportati attraverso una strategia di diversificazione per stagione, il che significa che Aksun non ha un focus principale, ma cerca piuttosto di giostrarsi sul mercato: "Cerchiamo di essere il più possibile in posti diversi per ridurre eventuali rischi. Quindi inviamo il più possibile i nostri prodotti in Europa, Asia e Stati Uniti" ha spiegato Soylelen. Con condizioni meteo che non hanno creato problemi ai turchi, le dimensioni sono buone come si prevedeva e il prezzo, dall'inizio della stagione, è aumentato. "Le quotazioni all'inizio hanno oscillato, a causa dell'eccesso di offerta. Ora sembra che tutto sia finito, dal momento che il caos derivante dal surplus di offerta è superato e i prezzi si sono stabilizzati".

Sebbene Aksun cerchi di evitare i rischi per il mercato di esportazione, la società coglierà le eventuali possibilità di crescita. La maggior parte delle aziende sta cercando di farsi strada in Cina, ma Aksun vorrebbe raggiungere il mercato giapponese, secondo Soyleyen. "Abbiamo una nuova struttura che ha iniziato a esportare in Giappone. Il valore aggiunto deriva dal trattamento a freddo, quindi speriamo di ottenere risultati positivi nei prossimi anni. Stiamo anche valutando eventuali opportunità nel mercato biologico, effettuando quest'anno spedizioni di prova. Vedremo come va, dato che anche questo mercato è nuovo per noi".

Alla domanda se Aksun si aspetta altre sfide nella prossima stagione, Soylelen sembra fiducioso: "Se mi aveste fatto questa domanda l'anno scorso, avrei avuto un po' di paura in ambito di prezzi, soprattutto in Ue. Ma, considerando che la Spagna al momento è praticamente inesistente sul mercato, tutto dovrebbe andare bene in questa stagione".

Per maggiori informazioni:
Akin Soyleyen
Aksun
Tel: +90 324 234 41 90
Cell.: +90 532 590 75 92
Email: akin@aksun.com.tr
Web: www.aksun.com.tr/en/


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto