Opportunita' per i greci negli Stati del Golfo e in Asia

In Occidente la frutta si mangia, in Oriente puo' rappresentare un regalo gradito

Sebbene la maggior parte delle aziende greche siano concentrate sul mercato europeo (orientale), alcune guardano oltre. L'esportazione verso destinazioni lontane non è facile, ma è lì che ci sono  le maggiori opportunità. Nick Nafpliotis della Greek & Fresh incoraggia le esportazioni verso il Medio Oriente e l'Asia perché ne intravede le potenzialità, sebbene si senta frustrato dalla mentalità di molti coltivatori greci.

"Perdiamo quote di mercato in Italia e Spagna, perché questi Paesi si stanno adattando più velocemente alla competizione globale offrendo, per alcuni prodotti, nuove varietà, un imballaggio migliore e prezzi più convenienti" ha affermato Nick che fa quattro esempi: melagrane, uva da tavola bianca senza semi, mirtilli e arance Valencia.

"La melagrana e l'uva da tavola bianca senza semi sono troppo costose per il Medio Oriente, mentre la qualità (calibri e gusto) non è sufficiente per l'esportazione in Asia. Inoltre, la quota di mercato delle uve da tavola in Europa è in calo".

Greek & Fresh ha cercato di esportare mirtilli nel Golfo Persico. "E' un mercato interessante e anche i produttori greci sono interessati" ha detto Nick. Ma perché questo interesse non ha portato a nulla? La produzione di mirtilli non è stata protetta dalle grandinate, quindi negli ultimi due anni la maggior parte del raccolto estivo è andato distrutto, impedendone l'esportazione verso destinazioni lontane.

Le arance Valencia sono disponibili tra aprile e giugno, ma "i coltivatori non stanno facendo la loro parte per rendere possibile l'esportazione. Gli agrumi devono essere selezionati meglio; l'Asia non ha spazio per agrumi con danni alla buccia e una selezione non conforme dei calibri. Devi posizionarti nel mercato globale con un prodotto che sia qualitativamente valido e con un prezzo congruo. C'è solo un piccolo spazio in cui è possibile inserirsi e la chiave del successo è individuare questo spazio e offrire i propri prodotti".

In Grecia, la coltivazione di melagrane non è supportata da un’adeguata competenza nella gestione dei parassiti. "Anche se nell'ultimo decennio sono stati piantati molti ettari di varietà Wonderful, la maggior parte della produzione è destinata alla seconda classe o all'industria".

Inoltre, secondo Nick, la varietà di melagrane dalla polpa rosa Afrata, che è molto dolce e simile alla varietà spagnola Mollar, è venduta sul mercato domestico a prezzi più alti della Wonderful. "Di conseguenza, nessuno è interessato a esportarle a prezzi più bassi nel Golfo Persico, dove sono predominanti le melagrane spagnole".

Le fragole greche viaggiano per il mondo
Nonostante questa situazione, Nick continua a credere nell'esportazione verso destinazioni lontane. Sei anni fa, ha iniziato a commercializzare fragole in collaborazione con la Labidino, un’azienda di produzione pioniera di medie dimensioni del sud-ovest della Grecia. "Fin dal suo avvio, quest'azienda si è concentrata sull'esportazione al di fuori dell'Europa: un obiettivo difficile, poiché ha dovuto adattare la sua produzione e specializzarsi nelle spedizioni aeree. Questo impegno fa la differenza tra successo e fallimento", ha spiegato Nick. La stagione delle fragole inizia a novembre e dura fino a giugno. "Abbiamo le stesse varietà della Spagna".

Questo spiega anche come lavora l'azienda. "Lavoriamo con coltivatori e confezionatori per sviluppare l'esportazione al di fuori dell'Ue" ha affermato Nick. Negli ultimi anni, l'azienda ha partecipato a WOP Dubai, Asia Fruit Logistica e Fruit Logistica. Il prodotto di punta con cui lavora Nick è la fragola, che viene trasportata in tutto il mondo con aerei cargo.

La conoscenza dei mercati è fondamentale
Nick è attivo nei mercati asiatici da quattro anni. "Laggiù il consumo sta crescendo e tutti si stanno lanciando su quel mercato. Si è riscontrata una domanda di fragole". Il prodotto greco è più economico di quello coreano e americano, ma la qualità è paragonabile soprattutto a quella americana. Il governo greco sta ancora negoziando con le autorità cinesi sull'accesso delle fragole. Questo processo generalmente richiede alcuni anni.

Anche i greci entrano sempre di più nel mercato globale, con i kiwi. "In passato erano due le società che esportavano in Asia, ma ora se ne sono aggiunte altre, nonostante siano necessari più esportatori - ha continuato Nick - Il kiwi italiano è famoso in tutto il mondo, ma quello greco sta lentamente entrando sulla scena mondiale" Inoltre, anche gli spagnoli sono interessati alla produzione di kiwi. Ma ci vuole tempo per creare un mercato. "Devi partecipare ad almeno tre fiere importanti all'anno. Due non sono sufficienti".

"I consumatori asiatici vogliono frutti che si presentino bene e abbiano un sapore dolce. Questo mercato è completamente diverso - ha dichiarato Nick - In Occidente, consumiamo frutta perché vogliamo mangiarla. In Estremo Oriente, la frutta può anche essere un regalo o un'offerta. E' importante sapere questo, prima di iniziare a esportare i frutti. "Le fragole vengono esportate principalmente in cestini da 250 grammi.

Opportunità per i greci
"Dubai, Kuwai e Arabia Saudita sono i principali mercati di vendita", continua Nick. La produzione locale degli Stati del Golfo non è concorrenziale con quella greca. "Le fragole vengono coltivate a Dubai, ma non interferiscono con l'importazione, perché la produzione è minore rispetto alla domanda".

La posizione più forte dell'Euro rispetto al Dollaro americano influisce anche sulla concorrenza di altri Paesi. Inoltre, la Lira turca ha recentemente perso molto del suo valore, il che è positivo per gli esportatori turchi. "Mi aspetto più concorrenza da parte loro - ha detto Nick - In Asia, i fichi turchi dominano su quelli greci. In Medio Oriente, i Paesi prediligono soprattutto ciliegie e mele".

"Mi aspetto una crescita - ha concluso Nick - Abbiamo abbastanza produzione e ne stiamo pianificando un ampliamento. Il mercato negli Stati del Golfo è stabile e l'Asia sta crescendo. Se avremo un maggior numero di coltivatori di altri prodotti, la Grecia conquisterà una posizione migliore in questi mercati".

Per maggiori informazioni:
Nick Nafpliotis
Greek & Fresh
72, Marinou Antypa str.
14121 Iraklio Attikis, Greece
Tel.: +30 215 215 80 63
Fax: +30 210 27 13 683
Cell.: +30 6932 454646
Skype: nick.nafpliotis
Email: nick@greekandfresh.com 
Web: www.greekandfresh.com   


Data di pubblicazione :
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2018