La Corea del Sud invia 200 tonnellate di mandarini in Corea del Nord

Il disgelo nordcoreano passa anche per l'ortofrutta. La Corea del Sud ha inviato 200 tonnellate di mandarini in Corea del Nord in cambio di funghi che Pyongyang aveva già inviato. L'ha riferito lo scorso 12 novembre Seoul, nell'ultimo gesto conciliatorio tra i due vicini.

I mandarini, una rarità nel nord, sono stati inviati per aereo a Pyongyang dall'isola meridionale di di Jeju, dove vengono coltivati, in quattro voli. La frutta arriva in cambio di due tonnellate di funghi pinaroli inviati dal leader nordcoreano Kim Jong Un durante il summit di settembre con il presidente sudcoreano.

"I mandarini sono una specialità del Sud a cui i normali nordcoreani non hanno accesso", ha detto il portavoce di Moon. Il suo ufficio non ha precisato il valore economico del dono, ma i media sudcoreani, citando i prezzi dei mandarini, l'hanno stimato in 400-500 milioni di won (350mila-440mila dollari).

Fonte: Askanews


Data di pubblicazione :



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

x

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto