Le cipolle Slow Food, dal Piemonte alla Sicilia

Durante il Salone del Gusto di Torino, edizione 2014, FreshPlaza ha visitato i presidi Slow Food della Cipolla Bionda di Cureggio e Fontaneto (Regione Piemonte) e la Cipolla di Giarratana (Regione Sicilia).

Cipolla Bionda di Cureggio e Fontaneto
Vicino a Novara, nella pianura compresa tra i fiumi Agogna e Sizzone, sorgono i comuni di Cureggio e Fontaneto, un tempo noti per la coltivazione di patate e cipolle. La tradizione racconta che i produttori della zona andavano quotidianamente alla stazione ferroviaria di Cureggio a spedire cassette di cipolle destinate ai mercati di Milano e Torino.



Eraldo Teruggi (qui sopra in foto), Presidente della Pro Loco di Fontaneto D'Agogna, ci ha spiegato: "La semente originaria della cipolla bionda è stata raccolta da una coppia di giovani agricoltori presso alcuni anziani della zona. Grazie a loro, il seme della cipolla è stato moltiplicato ed oggi un gruppo di nuovi produttori sta riavviando la coltivazione sui terreni vocati dei due comuni. L'obiettivo del Presidio Slow Food è dare un'opportunità di reddito alternativa agli abitanti della zona, coltivando secondo i principi di sostenibilità ambientale."

Cipolla di Giarratana
Al Salone del Gusto abbiamo conosciuto anche Salvatore Noto (qui sotto in foto), Responsabile del Presidio Slow Food e titolare dell'azienda FAGONE.



Salvatore Noto ha spiegato che il comune di Giarratana è da sempre conosciuto per la produzione di cipolle straordinariamente dolci e dalle dimensioni molto grandi.

L'azienda FAGONE è leader nella produzione di questi bulbi dalla forma schiacciata, la tunica di colore bianco-brunastro, la polpa bianca, sapida, mai pungente che pesano normalmente circa 500 grammi, ma che possono superare anche i 2 kg!

Salvatore Noto ha detto: "Tradizionalmente la semina viene effettuata a partire dalla fine di ottobre, durante il plenilunio o con luna calante, in semenzaio, e il trapianto ha luogo in febbraio-marzo disponendo 15-20 piantine per metro quadro. La raccolta comincia a partire da inizio luglio e continua fino a metà settembre."

Questa cipolla è protagonista in molte ricette tradizionali siciliane; inoltre, date le dimensioni molto grandi viene utilizzata per contenere le prelibate fave cottoie di Modica. Salvatore noto ha continuato: "Le sue caratteristiche organolettiche uniche, le peculiarità morfologiche e la sua stagionalità rendono questo prodotto ricercato dal consumatore locale, regionale e dal turista."



L'azienda FAGONE ha migliorato la conservazione della cipolla di Giarratana ed ha avviato la produzione di conserve e trasformati, estendendo la commercializzazione di questi prodotti.

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto