"OP Monte (Polistena - RC): "Rispetto allo scorso anno registriamo una maggiore richiesta di kiwi da oltreoceano rispetto all'Europa"

"A metà febbraio abbiamo terminato la campagna del kiwi giallo Soreli, la cui esportazione è iniziata nel mese di ottobre, e ora proseguiremo fino ad aprile inoltrato con il kiwi verde Hayward." A raccontarlo a FreshPlaza è Francesco Sorace (nella foto sotto), direttore della Organizzazione di Produttori-OP Monte, che annovera circa 400 soci conferitori di kiwi, geograficamente dislocati in tutta la Piana di Gioia Tauro (RC), un'area fortunatamente esente dalla batteriosi dell'actinidia.



"La richiesta di kiwi Soreli è risultata maggiore rispetto all'offerta, in quanto i nostri giovani impianti non sono ancora entrati in piena produzione. Al momento disponiamo di circa 30 ettari, ma stiamo già provvedendo a innestare nuove piante, in modo che negli anni a venire la produzione di Soreli possa aumentare sempre più. Quest'anno, la merce è stata venduta bene e nella sua interezza; possiamo pertanto dire di aver registrato un buon risultato. La richiesta maggiore è arrivata dal mercato asiatico (Singapore, Malesia, Indonesia, Hong Kong, ecc)."




"Tra kiwi verde e giallo, per quanto riguarda le quotazioni di mercato, si registra una sproporzione a favore del secondo, che mostra un prezzo quasi doppio. Rispetto allo scorso anno, possiamo ritenerci mediamente soddisfatti, in quanto il kiwi si sta mantenendo bene e c'è una buona richiesta, anche perché il consumo di questo frutto sta aumentando."



Sul fronte delle esportazioni, Sorace dichiara: "In questo ambito abbiamo alle spalle un'esperienza di oltre 10 anni; partiamo sempre da una buona gestione del kiwi in campagna per poi andare a capire quale è la richiesta e da quali mercati arriva, al fine di operare al meglio. Da un paio di anni, la nostra bilancia commerciale si è spostata a favore dei Paesi arabi (Egitto, Libia ed Emirati Arabi) e dell'Asia; prima eravamo molto più competitivi nelle repubbliche baltiche, in Russia, Ucraina, Lettonia. In America, invece, siamo presenti in maniera costante."

Diverso anche il confezionamento a seconda del mercato di destinazione: quello asiatico preferisce un prodotto sfuso, mentre i Paesi arabi optano per la padellina monostrato, principalmente da 3 kg. Il kiwi è bollinato a marchio OP Monte e tracciabile in ogni fase.

In Europa stiamo lavorando molto meno. "E' ancora presente un po' di prodotto greco. Proprio la Grecia, più competitiva in termini di prezzo, ha cominciato a crearci dei fastidi, negli ultimi anni."



Per il 2014 la OP Monte punta a fidelizzare maggiormente il produttore, ponendo su di lui un'attenzione particolare, in quanto rappresenta la vera forza aziendale. "Abbiamo standardizzato un disciplinare di produzione del kiwi, perché ci siamo resi conto che così facendo riusciamo a soddisfare le esigenze dei nostri clienti."

Contatti:
Francesco Sorace - direttore
OP Monte Soc. Coop.
c.da Fegotto, 15
89024 Polistena (RC)
Tel.: +39 (0)966 940632
Fax: +39 (0)966 940712
Email: francesco@opmonte.it
Web: www.opmonte.it

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto