Il lancio internazionale della rucola italiana ha reso la società La Frutta leader sul mercato negli anni '90. Dall'inizio degli anni 2000, le vendite sono cambiate sostanzialmente e così hanno fatto le attività di La Frutta. L'export in altri paesi europei ha subito un'accelerazione e un'espansione e nonostante lo sviluppo costante e i requisiti del commercio frutticolo, la società con sede a Monaco celebrerà i suoi 40 anni ad aprile prossimo.

"Con i nostri campi di rucola in Italia e Spagna, siamo stati i pionieri e avevamo realmente il monopolio - ha riferito l'amministratore delegato Mario Decke - Oggigiorno, la rucola è molto conosciuta; inventare nuovamente un prodotto del genere sarebbe molto difficile". La storia di successo del kaki persimmon potrebbe essere citata come esempio. "Cinque o sei anni fa i kaki spagnoli erano quasi sconosciuti; da allora la superficie coltivata è raddoppiata ogni anno e i prezzi sono diminuiti notevolmente".


L'amministratore delegato Mario Decke nel suo ufficio al Munich Kontorhaus

Il commercio sta per cambiare
"Il mercato ha semplicemente preso nuove direzioni, come è successo anche per la nostra società". Oggi, per esempio, l'azienda si occupa anche delle esportazioni di verdure tedesche in Italia, come la lattuga iceberg, le fragole e i fagioli. Inoltre, qualche anno fa l'azienda ha cominciato ad ampliare l'offerta con prodotti d'oltremare.

In questo contesto il direttore vede nuove opportunità di diversificazione per il portfolio di La Frutta. "Il raccolto di mele in Germania è stato terribile, con perdite fino al 60-70%, come è successo per esempio nella regione del Lago di Costanza o in altre zone di produzione. Per compensare la scarsità di forniture, da marzo in poi l'offerta di mele diventerà sempre più importante. Ciò potrebbe sicuramente trasformarsi in un commercio interessante".

Nel commercio gli eventi cambiano in maniera costante, principalmente a causa del clima mutevole, perciò le previsioni sono spesso cruciali quando si devono prendere delle decisioni. Decke, per esempio, ha parlato delle condizioni climatiche sfavorevoli delle ultime settimane nelle regioni spagnole di Murcia e Valencia. "A breve termine, i prezzi di lattuga iceberg, pomodori, cetrioli e zucchine potrebbero aumentare del 30-40%. Per riuscire a guadagnarci la fiducia dei clienti dobbiamo sapere rispondere a questi prezzi variabili ogni giorno. Il commercio sta per cambiare, ma la fiducia personale continua a essere la cosa più importante".

Per maggiori informazioni:
Mario Decke
La Frutta Früchtehandels GmbH
Schäftlarnstr. 10
Großmarkt - Altes Kontorhaus Zi. 220
81371 Monaco
Tel.: +49 89 771 007
Email: mario.decke@lafrutta.de
Web: www.lafrutta.de

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.