Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Ritardi a Citta' del Capo e al porto di Durban

Mercato delle uve eccellente in Europa, se solo le uve sudafricane riuscissero ad arrivarci

Un commerciante ha riferito a FreshPlaza che prima di Natale non c'è mercato migliore dell'Europa e del Regno Unito per le uve sudafricane e quest'anno è più vero del solito, se solo le uve riuscissero ad arrivarci.

Finora nelle province settentrionali del Sudafrica la stagione delle uve è stata buona per i produttori. Il ritardo registrato dal prodotto proveniente dalla Namibia e da Orange River ha garantito un mercato europeo praticamente vuoto per un periodo di tempo.



Nelle ultime due settimane le uve bianche senza semi sono arrivate con costanza da Orange River. Il ritardo maturato nelle principali zone di produzione di uva della Namibia e di Orange River si evince dal calo delle esportazioni registrato alla fine della settimana 49. L'export in tale settimana è stato di 5,3 milioni di cartoni da 4,5 kg quest'anno, rispetto ai quasi 7,5 milioni di cartoni dello stesso periodo dell'anno scorso.

Tuttavia, i forti venti avuti al porto di Città del Capo che ormai durano da settimane, ma che sono stati più forti la settimana scorsa durante l'ondata di calore registrata nella provincia, hanno ostacolato il caricamento dei container, generando un ritardo dai 2 ai 5 giorni. Ciò è stato fonte di frustrazione per produttori ed esportatori che si stanno perdendo il redditizio mercato europeo pre-natalizio. Per far sì che le uve siano pronte a Natale per i consumatori europei, dovrebbero essere scaricate in Europa e distribuite almeno entro questo fine settimana.

A causa della continua riorganizzazione dei programmi è diventato molto difficile pianificare l'arrivo delle uve e a Rotterdam molte consegne sono arrivate nello stesso momento. Alcune delle partite destinate al mercato natalizio, ora dovranno restare ferme fino a dopo Natale, che tipicamente è un periodo di circa tre settimane di apatia verso i prodotti ortofrutticoli da parte dei consumatori a corto di denaro e che genera preoccupazioni per un collo di bottiglia post-natalizio.

Oltre ai limiti a Città del Capo, il porto di Durban - che da tempo sperimenta difficoltà - ha patito danni infrastrutturali durante le gravi inondazioni ai primi di ottobre. Il settore sudafricano dell'uva da tavola (SATI) ha messo in guardia dei ritardi al porto di Durban, dove alcune navi hanno ritardato di oltre 10 giorni all'attracco a causa della congestione. Le uve destinate all'Estremo Oriente sono state spedite da Durban, con un risparmio di una settimana nel tempo di trasporto, ma alcuni volumi sono dovuti essere reindirizzati verso Port Elizabeth.

Le pesanti e continue piogge della settimana scorsa nelle zone di Groblersdal e Marble Hall non stanno influendo sulla raccolta perché la stragrande maggioranza dei vigneti sono protetti da reti e coperture in plastica. In questa regione, i produttori si aspettano tutti pesanti piogge durante la settimana di raccolta delle uve - l'anno scorso nella zona di Groblersdal sono caduti 260 millimetri di pioggia solo in questo periodo cruciale. I produttori vedono comunque il lato positivo di tutta questa pioggia durante la raccolta: nei giorni caldi le piogge riducono le temperature, supportando uno sviluppo omogeneo della colorazione.

La regione settentrionale è a metà della raccolta. Si è terminato con le varietà bianche, che vengono raccolte fino a quando non arrivano le uve bianche dalla Namibia e da Orange River e poi si passa al prodotto di punta, ovvero le uve nere e rosse. Il settore sudafricano dell'uva da tavola (SATI) ha appena rilasciato i dati per la stagione. I volumi iniziali in arrivo dalle province settentrionali sono maggiori del 29% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

I produttori di queste province stanno terminando la raccolta delle uve Flame. Le uve senza semi Midnight Beauty (Sugrathirteen), che un produttore di Groblersdal ha definito "super" in termini di sapore quest'anno e che sono destinate prevalentemente al Sud-est asiatico, sono cominciate ad arrivare circa due settimane fa.

La varietà sudafricana Tawny, che va bene in Medio Oriente, Russia, Scandinavia, Regno Unito e Canada, è in fase di imballaggio a Limpopo. La Crimson Seedless arriverà tra una settimana o dieci giorni.

La varietà Sugraone, che i commercianti in Estremo Oriente attendono con impazienza secondo quanto riportato da un esportatore, non viene coltivata in questa zona perché non sopporta bene le piogge estive. La raccolta delle uve Sugraone dovrebbe cominciare questa settimana nella regione di Orange River, partendo dalla Costa atlantica e spostandosi a Est verso Kakamas.

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto