L'agricoltura biologica in Svizzera dovrebbe arrivare al 25% entro il 2025

Un gruppo scelto di aziende agricole svizzere dovrà impegnarsi nella conversione all'agricoltura biologica da qui al 2025. E' quanto deciso dai delegati della Bio Suisse all'interno della strategia 'Avanti 2025', durante il meeting autunnale a Olten.

"Il biologico non è più un settore di nicchia, ma è ormai piuttosto influente nelle sfere di produzione, trasformazione, consumo e società civile - spiega Daniel Bärtschi, direttore generale Bio Suisse durante il meeting autunnale dei delegati - Con 'Avanti 2025' ci siamo autonomamente dati alcuni obiettivi chiari e ambiziosi per la fase di sviluppo di qui al 2025". Il progetto sostituisce le politiche dell'associazione risalenti al 2008, e, per i membri dell'associazione, fungerà da target per le loro attività.

Quota di mercato del 15%

La strategia di qui al 2025 comporterà ciò che segue: più del 25% delle aziende agricole svizzere saranno certificate come biologiche (nel 2016 lo era il 13,2%). Più del 95% opereranno seguendo le linee guida della Bio Suisse. A lavorare con il marchio Knospe saranno almeno un migliaio di licenziatari o utenti del marchio (nel 2016 erano 885). La quota del mercato svizzero occupata dai prodotti biologici sarà come minimo il 15% (nel 2016 era l'8,4%). Le aziende agricole si stanno prodigando per raggiungere una sostenibilità ancora maggiore. I consumatori apprezzeranno, acquisteranno e godranno dei prodotti alimentari Knospe. L'associazione Bio Suisse, con la sua organizzazione di 32 membri, avrà una posizione di guida nel campo dei prodotti biologici - dal campo alla tavola.

Oltre a ciò, i delegati hanno votato a favore di un'agenzia di controllo (URS) indipendente per la gestione strategica e operativa. In futuro, tale agenzia esaminerà i ricorsi che membri individuali o licenziatari propongano contro decisioni esecutive basate su linee guida o regolamenti.

I delegati hanno inoltre approvato il piano annuale e il budget per il 2018. Alla chiusura del meeting, Thomas Anken della Agroscope ha evidenziato cosa potrebbe fare la sperimentazione agricola per il futuro dell'agricoltura biologica.

Fonte: Bio-Suisse

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto