Maersk resta al vertice delle compagnie di trasporto marittimo di container per quanto riguarda la capacità di stiva, ma nel terzo trimestre di quest'anno è stata superata dalla cinese Cosco in quella dei container trasportati su nave. Lo afferma la società di ricerca Alphaliner, secondo cui Cosco ha aumentato i teu trasportati del 23% rispetto allo stesso periodo del 2016, mentre Maersk è calata del 2,4%, anche a causa di un cyberattacco ai suoi sistemi informatici che li ha fermati per dodici giorni.

Mentre Maersk calava a causa del ransomware, Cosco è cresciuta grazie all'acquisizione di OOCL, che ha portato nella sua statistica 1,6 milioni di teu trasportati nel terzo trimestre. Il colosso danese è minacciato anche dalla francese CMA CGM, che nel trimestre ha trasportato 4,98 milioni di teu, con un aumento dell'11,6%. In quarta posizione, ben distante dal terzetto al vertice, c'è Hapag-Lloyd con una movimentazione di 2,81 milioni di teu, valore cresciuto grazie all'acquisizione di UASC.