Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Corea del Sud: le tensioni geopolitiche favoriscono il commercio di frutta

La Corea del Sud è conosciuta in tutto il mondo come un gigante nel settore della tecnologia, con società come Hyundai o Samsung. Non molte persone sanno però che la Corea del Sud è anche un player di rilievo nel settore frutticolo dell'Asia.

Jeff Jun, amministratore delegato della Top Fruit Co. in Corea del Sud, ha dichiarato: "Commercializziamo diversi frutti, precisamente fragole, pesche, pere Shingo, mele Fuji e cachi. In Corea gli esportatori come noi non possono coltivare direttamente i prodotti frutticoli; pertanto dobbiamo acquistarli a prezzi elevati dagli agricoltori". 



Dato che l'Asia ha molti "giganti agricoli", paesi come la Corea del Sud devono scegliere l'assortimento e i mercati su cui vendere in modo molto oculato. "I nostri mercati principali sono Taiwan, Singapore, Hong Kong e USA. Taiwan è un mercato molto solido per noi, dal momento che disponiamo di alcuni frutti (come le mele Fuji o le pere Shingo dalla Corea del Sud) che, seppure coltivati anche in Cina, non giungono però su quel mercato per via dei problemi geopolitici tra Taiwan e Cina". Top Fruit ha partner affidabili a Taiwan, come supermercati, importatori e grossisti. Delle 4.000 ton di pere Shingo prodotte, 2.400 vengono esportate a Taiwan.

Jun ha aggiunto che l'offerta coreana è anche un'alternativa meno costosa rispetto ai prodotti ortofrutticoli simili in arrivo dal Giappone o dagli Stati Uniti.



In modo simile al dissidio geopolitico tra Taiwan e Cina, gli equilibri o squilibri internazionali hanno aiutato i produttori a vendere i prodotti sul mercato domestico. "Per la frutta prodotta in Corea del Sud è normale non incontrare competizione da parte del prodotto d'oltremare. Quindi, per referenze ortofrutticole come mele, pere e fragole, sono disponibili solo le varietà locali. Dato che questi frutti sono deperibili, normalmente vengono stoccati ma ovviamente la loro durata è di solo qualche mese. Durante il fuori stagione è dunque normale non avere a disposizione i suddetti frutti nei supermercati".

Gli esportatori coreani sono dunque molto accorti in termini di strategie di commercializzazione, traendo vantaggio anche dagli assetti che possono favorirli in termini di minore competizione.

Per maggiori informazioni:
Jeff Jun
Top Fruit Co. Ltd 
Tel: +82 51 7140205
Email: jpjun@naver.com

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto