Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

USA: i melicoltori prevedono un'ottima stagione, ma non tutti gli stati sono cosi' fortunati

In questa stagione la fortuna sta sorridendo a molti coltivatori di mele degli Stati Uniti, ma non tutti sono così fortunati. Mentre New York e Connecticut stanno recuperando sulla difficile stagione dell'anno scorso, i produttori del Michigan prevedono un calo di qualità dovuto alle temperature incredibilmente alte che stanno sperimentando.

Dopo la pessima stagione 2016, New York è pronto per la ripresa
Quest'anno a New York le colture di mele prosperano grazie alle abbondanti piogge, alla scarsità di gelate e all'assenza di siccità che l'anno scorso aveva rallentato la coltivazione. A New York, la siccità e una gelata primaverile anticipata aveva generato una mela di calibro più piccolo, ma anche più dolce. Tuttavia la quantità era risultata più bassa rispetto al raccolto medio. Quest'anno, invece, l'Associazione per le mele di New York ha grandi speranze per il raccolto.



"La qualità quest'anno sarà fantastica - ha dichiarato il direttore alle pubbliche relazioni dell'Associazione Julia Stewart - Abbiamo avuto un clima stabile dalla gemmazione alla fioritura".

Stewart ha affermato che lo stato di New York si piazza al secondo posto nel Paese per la produzione di mele, dietro a quello di Washington. Il raccolto di mele previsto quest'anno dall'Associazione è di 28,5 milioni di cartoni, quasi 450mila tonnellate di mele.

"L'anno scorso abbiamo registrato 28 milioni di cartoni - ha ricordato Stewart - Il raccolto di quest'anno è quasi nella media per New York". Stewart ritiene, inoltre, che la dimensione dei frutti è l'unica cosa che quest'anno sarà nella media.

"Le mele avranno calibri soddisfacenti e un bell'aspetto - ha continuato - Anche il sapore sarà ottimo quest'anno". I consumatori non dovrebbero avere problemi nel reperire qualsiasi tipo di mela desiderino, dal momento che i produttori avranno un'ampia gamma varietale.

Il Connecticut si riprende da un disastroso 2016
Come per New York, anche il raccolto di mele del Connecticut ha affrontato un 2016 turbolento. Dopo avere patito siccità e una gelata primaverile precoce, quasi la metà del raccolto in tutto lo stato è andato perso. Tuttavia, per il 2017 la situazione sarà più positiva.



Il raccolto di quest'anno si è ripreso in termini di resa, colore e sapore secondo Brian Kelliher, presidente della Commissione per la commercializzazione melicola del Connecticut.

"Il raccolto 2016 è stato veramente scarso, ma quest'anno abbiamo avuto una fioritura vigorosa, con molti fiori sugli alberi, un ottimo clima per l'impollinazione e abbondanti piogge in primavera, perciò il raccolto di mele sarà cospicuo".

In un comunicato stampa il commissario statale per l'Agricoltura Steven K. Reviczky ha dichiarato che le mele sono una delle colture agricole più importanti del Connecticut, con un raccolto medio annuale per un valore di 12 milioni di dollari.

Le alte temperature minacciano la qualità in Michigan
Mentre Madre Natura ha sorriso ai produttori di New York e Connecticut, quelli del Michigan non sono stati così fortunati.



Le temperature incredibilmente elevate stanno mettendo a dura prova i melicoltori dello stato, soprattutto quelli che raccolgono varietà delicate come Honeycrisp, Sweet Tango e Golden.

Lo specialista orticolo del Michigan Farm Bureau, Kevin Robson, ha affermato che la zona dove si coltivano mele in Michigan sta assistendo a temperature record di oltre 32 °C mentre i produttori entrano nelle fasi iniziali della raccolta annuale.

"Il consumatore non noterà una differenza di qualità - ha dichiarato Robson - Sono gli agricoltori a dovere adottare precauzioni aggiuntive nel preparare i frutti allo stoccaggio".

La sfida dei produttori è di eliminare il "calore latente" dal frutto prima di raffreddarli per lo stoccaggio e la spedizione. L'anidride carbonica può accumularsi nel frutto e danneggiarlo se non si procede a un raffreddamento adeguato.

"Questo - ha concluso Robson - dimostra quanto il nostro settore frutticolo dipenda dal clima".

Fonti: mlive.com, registercitizen.com, hudsonvalley360.com

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto