Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

I trasformati siciliani a marchio Mama tra gli espositori al World Food Moscow 2017

"Siamo presenti alla fiera russa World Food Moscow (11-14 settembre 2017) presso il Padiglione 2, Hall 1, Stand C361, all'interno degli spazi ICE per promuovere un'ampia gamma di prodotti siciliani trasformati a marchio Mama tra marmellate e conserve di frutta e ortaggi sia biologici sia convenzionali. Lo stand è gestito dai nostri referenti russi che ben conoscono quei mercati, ma soprattutto gusti e peculiarità gastronomiche di quelle popolazioni".

E' quanto dichiara a FreshPlaza Angela Vecchio titolare dell'azienda siciliana a conduzione familiare G. Trovato. Lo stabilimento aziendale è ubicato ad Aci Sant'Antonio (CT) e si estende su una superficie di 2200 mq. E' qui, alle pendici dell'Etna, che nei primi anni del 2000 nascono i prodotti a marchio Mama.



L'azienda porta avanti la tradizione conserviera locale con la produzione artigianale di marmellate, confetture e succhi biologici, preparati con gli agrumi e altri frutti locali, e con l'utilizzo di pochissimi ingredienti naturali: frutta fresca, zucchero di canna e nient'altro sono mescolati a fuoco lento, per preservare sapori e qualità organolettiche della frutta, al fine di ottenere una marmellata buona come quella fatta in casa.



"L'avventura della trasformazione è nata dall'idea di valorizzare, fuori dalla stagionalità, prodotti di grande valore nutritivo. Nel 2006 iniziamo a produrre – sottolinea Angela - e sviluppiamo una gamma di referenze (in crescita) sotto l'autorevole guida della SSICA (Stazione Sperimentale per l'Industria delle Conserve Alimentari) di Parma (che segue tuttora l'implementazione delle lavorazioni)".



I prodotti di punta sono le marmellate di agrumi, di fatto tra le più richieste all'estero; a seguire, le confetture extra di frutta locale.

Molto apprezzate le marmellate nei gusti di: more selvatiche, pesche tabacchiere, pere coscia, mele dell'Etna, albicocche, fragole di Maletto, cipolle di Giarratana e frutta speziata arricchita con lo zenzero. Infine, la crema al cedro, una creazione esclusiva.

Oltre alle marmellate, l'azienda produce passata di pomodoro locale e cubettato rustico di pomodoro, preparazioni salate come salse e creme di ortaggi e altri prodotti in agrodolce destinati sia al retail sia al catering.



Completano la linea dei prodotti le spremute di arance e mandarini e gustosi frullati senza zucchero dolcificati con la stevia e con un contenuto di frutta del 90%, il tutto confezionato in vetro e pastorizzato.

"Per garantire elevati standard qualitativi, rispettiamo scrupolosamente le normative dettate dalle certificazioni di controllo e di tracciabilità. Siamo particolarmente esigenti nella scelta dei frutticoltori della zona: solo quelli più qualificati e che adottano sistemi di coltura biologica o a basso impatto ambientale rispondono alle nostre esigenze aziendali. Inoltre con questi ultimi - sottolinea l'imprenditrice - pianifichiamo la nostra produzione, in modo da garantirci disponibilità di frutta raccolta al momento della sua perfetta maturazione, quindi pronta per essere trasformata rapidamente".



Tutte le preparazioni vengono effettuate nel rispetto delle norme HACCP e benché l'azienda sia dotata di un impianto di capacità produttiva e macchinari per volumi industriali, alcune fasi della lavorazione vengono eseguite secondo metodi artigianali. Ad esempio, per preparare la marmellata di mandarini gli agrumi vengono sbucciati manualmente; stessa cosa per i fichi d'India e altre tipologie di frutta che richiedono particolare attenzione. Dopo il conferimento della materia prima, effettuati i primi controlli si passa alla cernita e alla preparazione.



La cottura della frutta con lo zucchero avviene in grandi bacinelle a cielo aperto scaldate a vapore; questo tipo di lavorazione conferisce al prodotto un sapore prettamente artigianale, che lo distingue da quelli dei competitor, in quanto le altre aziende (anche di piccole dimensioni) usano solitamente la boule (bolla) di concentrazione sottovuoto, macchinario per le lavorazioni industriali.



L'azienda lavora anche conto terzi sia per il biologico che per il convenzionale. Nella maggior parte dei casi, i fornitori sono gli stessi produttori per i quali l'azienda trasforma le eccedenze di prodotto o tutto ciò che il mercato del fresco non può assorbire e che andrebbe inevitabilmente sprecato.

Il prodotto viene commercializzato per il 40 sul mercato estero e per il 60% sul mercato nazionale e locale. I canali di commercializzazione sono: retail, delicatessen, specializzati, food service, horeca e canali alternativi come, ad esempio, le associazioni sportive quali squadre di calcio o di ciclismo oppure gruppi di acquisto.


Un ruolo importante è rappresentato dalle Private Label, inoltre per una precisa scelta, l'azienda ha escluso - tra i propri canali commerciali - la grande distribuzione per evitare la massificazione.

"Facciamo il possibile - conclude Angela - per riuscire a essere competitivi in un mercato saturo e inflazionato e per mantenere elevati standard qualitativi, conquistare fasce di mercato di alto target, avere un packaging che ci consenta di identificarci come riferimento di qualità premium nel settore delle conserve.



"Rispetto ai nostri competitor, riusciamo a mantenere un rapporto qualità/prezzo superiore a quanto offre il mercato attuale per prodotti di pari livello qualitativo".

Contatti:
G.Trovato Srl

Via A. Fleming 6/8/10
95025 Aci Sant'Antonio (CT) - Italy
Tel.: +39095 7656527
Cell.: +39 320 1780182
Email: info@mamaweb.it
Web: www.mamaweb.it

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto