Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Prezzi della verdura svizzera stabili rispetto a quelli esteri

I prezzi al consumo delle verdure sono di solito molto più alti in Svizzera rispetto all'estero. Un'analisi dell'evoluzione dei prezzi dal 2014 mostra però che, nell'arco dell'anno, le quotazioni svizzere subiscono oscillazioni meno forti rispetto alle vicine Francia e Germania.

Per seguire le evoluzioni dei prezzi nei diversi Paesi, per ognuno di essi è stato calcolato un indice dei prezzi con le quotazioni al consumo locali della verdura. In tale calcolo sono stati considerati ortaggi a frutto, tuberi e radici, ortaggi a bulbo e cavoli nonché insalate (escl. bio).



Indici in Germania e Francia
Nell'evoluzione dei prezzi dal 2014, è sorprendente che quelli della verdura in Germania e in Francia da giugno ad agosto siano nettamente più convenienti rispetto ai mesi invernali. Questa situazione rispecchia la maggiore offerta estiva che determina di conseguenza prezzi più vantaggiosi rispetto al periodo invernale.

All'inizio del 2017 l'ondata di freddo abbattutasi sull'area mediterranea ha determinato una particolare penuria dell'offerta di ortaggi a livello europeo, quindi i prezzi della verdura osservata a febbraio 2017 hanno segnato un rincaro di circa il 70% rispetto a luglio 2014. A causa della riduzione delle forniture in questo periodo anche in Svizzera si è registrato un forte aumento dei prezzi nel commercio.

Effetti della protezione doganale
Normalmente in Svizzera nella stagione orticola si registra un'impennata dei prezzi. In questo periodo sul mercato è presente merce locale che, a causa degli elevati costi di produzione, è più cara rispetto alla merce estera. Si importa soltanto se l'offerta indigena non copre il fabbisogno, altrimenti si applicano le elevate aliquote di dazio fuori contingente. Con il regime di protezione doganale si riduce quindi l'offerta di merce estera per cui la verdura nel commercio al dettaglio svizzero subisce un rincaro.

Da aprile a giugno l'indice dei prezzi della verdura svizzera è quindi aumentato per diminuire nuovamente da settembre a novembre. Questa evoluzione dei prezzi è inversa a quella registrata in Francia e in Germania dove si osservano differenze di prezzo tra estate e inverno più nette rispetto alla Svizzera. La protezione doganale contribuisce quindi a mantenere il livello dei prezzi della verdura in Svizzera stabilmente elevato rispetto ai Paesi vicini osservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto