Buon raccolto per la pera rossa Falstaff

Buona pezzatura, colore rosso più che discreto, qualità ottima: per la pera Falstaff il 2017 sembra essere l'anno della conferma. La raccolta è già terminata e i risultati sembrano soddisfare i produttori. Ora si deve solo attendere la risposta dei mercati.



"I nostri impianti sono al terzo anno di età - spiega Mauro Battistini, direttore di Orogel Fresco - per cui non possiamo ancora esprimere dei giudizi definitivi. Però la produzione di quest'anno è molto buona, sotto tutti i punti di vista. I calibri erano medio-grossi e abbiamo suddiviso, in cella, i 55-70 e i 70+ per poter poi commercializzare più facilmente a seconda dei mercati".

Falstaff non è una pera per tutti. Battistini dice che servono produttori specializzati in grado di gestire la pianta. "E' una pianta esigente, necessita di una potatura che definirei tecnicamente un po' sporca, cioè non canonica secondo i manuali. L'agricoltore deve vedere il portamento della pianta, che tende all'assurgente, e modellarlo. Deve essere trattata bene anche in vivaio in modo che poi l'impianto possa esprimere il massimo delle proprie potenzialità".



La varietà Falstaff, protetta dal CREA di Forlì a livello comunitario è stata assegnata in esclusiva mondiale per la gestione commerciale le la valorizzazione dei frutti a Newplant, il consorzio creato da Apo Conerpo, Apofruit e Orogel Fresco per la ricerca a livello mondiale di nuove varietà frutticole.

Paolo Sarpieri, socio Orogel, possiede quasi un ettaro di Falstaff in Romagna ed è soddisfatto del raccolto 2017: "La resa è stata buona, il calibro pure. Nonostante le alte temperature estive, la qualità non ne ha risentito e la colorazione rossa non è mancata. Ora auspichiamo che ci sia un buon prezzo, al pari di quello del 2016-2017, quando per noi la media è stata superiore all'euro".

Falstaff si contraddistingue per la buccia rossa, la polpa croccante, l'elevato grado zuccherino e un buon equilibrio con la componente acida. Può essere commercializzata solo dal Club e, passo precedente, prodotta solo dagli agricoltori che ne fanno parte. Falstaff ha alle spalle una storia particolare: nata dal programma di breeding del CREA di Forlì, ad opera di Lorenzo Rivalta e poi proseguito dall'allora direttore Walther Faedi.

Contatti:
Orogel Fresco
Via Emilia 3800
47020 Longiano (FC)
Tel.: +39 (0)547 651860
Fax: +39 (0)547 651809
Email: info@orogelfresco.it
Web: www.orogelfresco.it

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto