Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Agricola Ferrandes: una lunga storia in agricoltura biologica

La storia dell'Azienda Agricola Ferrandes, situata in provincia di Latina, ha inizio negli anni Ottanta con la coltivazione di vite per uva da tavola e da vino. 


Salvatore Ferrandes, titolare dell'azienda


Al 1986-87 risale la scelta importante di convertire tutto l'areale a regime biologico, specializzandosi in orticoltura. Oggi, un'ulteriore trasformazione ha portato l'azienda ad avvicinarsi alle tecniche dell'agricoltura biodinamica e ad unire i propri prodotti all'offerta dell'ortofrutta "Terre di Ecor": una scelta di amore e rispetto per la terra, volta a produrre frutta ed ortofrutta biologica di qualità.

Salvatore Ferrandes, pratica l'agricoltura biologica da oltre 20 anni, convinto com'è che sia l'unico approccio rispettoso dell'ambiente. Ha convintamente seguito questo percorso in quanto insoddisfatto di come andavano le cose nell'agricoltura convenzionale.

Oltre a kiwi, angurie e fragole, dai terreni dell'azienda agricola Ferrandes arrivano lattughe, melanzane violette, patate novelle e pomodori.



L'imprenditore racconta a FreshPlaza: "Amo la Sicilia tutta, perché è la regione più bella del mondo. Sono originario di Pantelleria, ma vivo a Latina da quando nel lontano 1964 mio padre si trasferì con tutta la famiglia, proprio per fare agricoltura. Inizialmente avevamo un vigneto, che in seguito ho cominciato a convertire in piantagioni di frutta e orticole".

L'azienda si estende per 45 ettari nella pianura pontina, zona molto vocata all'agricoltura, grazie ai terreni fertili e al clima ideale, dovuto alla vicinanza del mare.

"Dal punto di vista agricolo è una zona ottima: serve però tanto sacrificio e lavoro. Un prodotto biologico richiede sempre qualcosa in più. Per ottenere una carota biologica, devi lottare veramente e la resa non è la stessa rispetto alle tecniche di produzione integrata. Non avendo forzature, alla pianta serve più tempo per crescere, ma il sapore è diverso e, alla fine, si ottiene un prodotto più sano e genuino con buoni risultati anche dal punto di vista economico". 



Secondo Salvatore: "Tutto il mondo dovrebbe fare agricoltura biologica, perché è l'unico modo per apprezzare odori, sapori e frutti buoni e sani. Quello che prima era naturale e biologico adesso sta diventando una rarità, ma non è altro che quello che facevano i nostri nonni. Certo è un lavoro pesante quello dell'agricoltore e il tempo non basta mai. Non tutto l'areale è coltivato contemporaneamente perché, oltre alle rotazioni, si effettua anche il sovescio. Da noi l'avvicinarsi dell'inverno per le attività in pieno campo coincide con la semina del sovescio, che nutrirà i terreni fino a primavera quando, a cavallo tra aprile e maggio, verrà trinciato e interrato per lasciare spazio alla semina delle coltivazioni estive".

Circa 20 persone sono impiegate in azienda, di cui 4 membri della famiglia Ferrandes. Il prodotto di punta per 10 mesi l'anno è il kiwi, mentre in primavera si coltivano zucchine romanesche e fragole.

"La campagna commerciale vera e propria del kiwi - racconta Salvatore - è iniziata i primi di novembre, periodo in cui il frutto raggiunge il grado zuccherino di riferimento, cioè tra i 6,5-7 gradi Brix. Non temendo gelate precoci, solitamente si preferisce attendere il momento giusto per raccogliere. Siamo attrezzati con celle frigorifere e calibratrici quindi selezioniamo il frutto per grandezza, lo immagazziniamo e lo vendiamo fino a maggio-giugno, man mano che c'è richiesta".

"Quest'anno non c'è tanto prodotto, ma la qualità è molto buona, il nostro kiwi è a marchio Igp-Indicazione geografica protetta (Kiwi di Latina) ed è il migliore d'Italia. Inoltre operando a regime biologico, non si sono mai registrati problemi di batteriosi, nella mia azienda. Si tratta di un prodotto molto richiesto a livello di consumi: direi che ormai il kiwi si sia posizionato come la mela, nel senso che la richiesta è progressivamente aumentata".

I prodotti di punta dell'azienda sono: il kiwi (da novembre a maggio-giugno; circa 200 tonnellate totali provenienti da 6-7 ettari), l'anguria e la mini-anguria (da giugno ad agosto; su circa 4-5 ettari con un ciclo serra-tunnellino-pieno campo). Seguono fragole, ortaggi in serra (circa 3 ettari) e in pieno campo.

Il cliente più importante per l'azienda è la catena ECOR NaturaSì una catena operante in tutta Italia con 300 negozi, con una sua logistica che funziona dalla Sicilia al Piemonte. "Consegniamo i prodotti con casse che ci forniscono loro nelle misure standard. Puntiamo ad ampliare la gamma con qualche altro prodotto e a innovarci, perché chi si ferma è perduto!"

Contatti:
Azienda Agricola Biologica Ferrandes
Tel.: 0773 208574 
Cell.: 328 8570562
Email: amministrazione@bioferrandes.it
Web: www.bioferrandes.it

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto