Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Azienda L'Ambiente Naturale: biologico e biodiversita' le sfide del futuro

L'Ambiente Naturale è un'azienda agricola a conduzione familiare, situata a Gambara nella pianura bresciana al confine con la provincia di Cremona e Mantova. L'azienda, dal 1993, produce ortaggi e frutta utilizzando il metodo biologico, inizialmente con la coltivazione di un piccolo appezzamento e poi, negli anni, ampliandosi fino ad arrivare a una superficie di circa 21 ettari includendo moltissimi tipi di ortaggi e verdure.

Maria Rosa Gringhelli (nella foto a destra) racconta a FreshPlaza: "L'arrivo del freddo, con le giornate che si accorciano sempre di più, il sole basso sull'orizzonte e le prime gelate, non è mai un bel periodo, soprattutto per chi come noi lavora all'aria aperta e si ritrova spesso a guardare all'insù per scrutare l'evoluzione del tempo. Nonostante questo, il lavoro procede bene. L'estate è stata caldissima, e ci ha costretto a irrigare giorno e notte quasi a ciclo continuo, attingendo l'acqua dei nostri tre pozzi. Il mio motto è 'chi si accontenta gode', che mi ha portato spesso a gioire delle piccole vittorie quotidiane trovando slancio per affrontare più serenamente gli insuccessi e le giornate negative".



"Il lavoro del contadino è un mestiere strano: non siamo mai contenti e abbiamo sempre un pretesto per lamentarci, ma questo lavoro in realtà è la nostra vita e non sapremmo farne a meno. C'è sempre tanto da fare, si comincia alle sei del mattino e si finisce il lavoro verso mezzanotte e, se dobbiamo caricare di notte, ci si alza anche alle tre del mattino".



"In azienda, insieme a me - continua Maria Rosa - lavorano i miei tre figli e circa 15 lavoratori stagionali. Giovanni ha un'esperienza decennale sul campo, Annamaria e Pietro sono entrambi periti agrari e quest'ultimo è laureato in Agraria. L'Imc, Istituto mediterraneo di certificazione è il nostro organismo di controllo sia per la lavorazione dei campi, sia con riguardo alla produzione e alla certificazione".

"La nostra azienda ha scelto di coltivare la terra con metodi biologici, ciò implica una serie di attenzioni particolari relativamente all'agrosistema dell'azienda. La nostra produzione si basa sulla naturale fertilità del terreno, integrata principalmente dall'apporto di sostanza organica di origine animale e vegetale".



"Altro elemento essenziale su cui puntiamo, e su cui si basa il metodo biologico, è la rotazione che permette di ridurre la pressione e la presenza di organismi dannosi alle colture eliminando il problema della stanchezza del terreno. I sovesci hanno un ruolo fondamentale anche in questo senso, essi ci danno la possibilità di allungare la rotazione delle colture. Attraverso queste tecniche, riusciamo a produrre in modo sostenibile senza l'utilizzo di prodotti chimici di sintesi (concimi e pesticidi) e senza l'utilizzo di piante OGM".

"L'altro aspetto a cui teniamo molto è la qualità: a partire dalla scelta varietale, passando per tutti i processi di produzione, cerchiamo di ottenere un prodotto dalle migliori caratteristiche organolettiche, insomma per noi è fondamentale ciò che nell'agricoltura convenzionale è ritenuto marginale".



In azienda siate attenti alla biodiversità
"Impiantiamo, dove possibile, siepi e alberi che ci permettono di creare delle fasce tampone costituite appunto da questi 'ripari' naturali. Essi permettono e favoriscono lo sviluppo della biodiversità. Inoltre attraverso queste barriere evitiamo il più possibile l'arrivo di sostanze inquinanti dall'esterno".

"In azienda ospitiamo anche un apicoltore, con il quale abbiamo un rapporto di aiuto reciproco: lui ottiene un miele sano evitando il rischio della morte delle api, noi siamo favoriti dalla presenza di questi pronubi che consentono l'impollinazione di alcune colture come fragole e meloni. Coltiviamo tutti i prodotti a pieno campo, mentre destiniamo alle serre le primizie e le colture tardive".



La commercializzazione
"Il nostro prodotto principale sono le lattughe: ne seminiamo a rotazione 15- 20 mila piantine, da marzo fino ai primi di settembre a pieno campo. Poi in serra tutte le settimane, da settembre in poi a rotazione. Conferiamo i prodotto per la maggior parte a 'Le terre di Ecor' con cui condividiamo insieme ad altre aziende indipendenti un rapporto speciale con la terra e di impegno di qualità nella tracciabilità di filiera".



"Commercializziamo i nostri prodotti in Italia e i vendiamo ai privati, ai GAS (gruppi di acquisto solidale) all'interno del nostro spaccio aziendale e all'ingrosso presso l'azienda Ecor e nei negozi biologici. Circa il 90% del nostro prodotto lo conferiamo a Naturasì. Noleggiamo delle cassette che ci vengono fornite da Ecor in vari formati".



"Una delle maggiori sfide è quella climatica. In primavera è stato un disastro per via della pioggia che ha danneggiato l'insalata. Scarsa la produzione di melanzana e peperone a causa del ragnetto rosso che ha colpito le piante, facendole deperire. La grandine, nelle 4 occasioni in cui è caduta, non ci ha danneggiati più di tanto, anche se per ben 190 giorni non siamo riusciti a consegnare l'insalata".



"Per il futuro, intendiamo fare un salto di qualità: non certo nella produzione; bensì dobbiamo fare uno sforzo per costruire un capannone e delle nuove serre".



Contatti:
Azienda Agricola L'Ambiente Naturale
Via per Fiesse
Gambara (BS)
Tel.: (+39) 030 9956250
Cell.: (+39) 339 5909127
Email: info@ambientenaturale.com
Web: www.ambientenaturale.com

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto