L'evoluzione dell'orticoltura in serra nelle Isole Canarie

A causa del clima caldo nei Paesi Bassi, che ha favorito le produzioni locali, l'inizio della stagione commerciale delle verdure spagnole da serra è stato difficile. Ormai, le temperature sono diminuite e la campagna olandese è terminata. Il mercato delle verdure spagnole sta quindi prendendo piede. Stephane Rion e Gert-Jan Slobbe di Fortuna Frutos hanno illustrato gli sviluppi riguardanti il commercio degli ortaggi spagnoli coltivati in serra.




"Abbiamo avuto un inizio difficile - ha affermato Rion - Fino a novembre c'è stato un rifornimento costante di prodotto olandese". Nei Paesi Bassi, i supermercati preferiscono le verdure locali prodotte in serra. "Per esempio, la qualità dei cetrioli olandesi è stata buona per un lungo periodo, per cui i supermercati locali hanno continuato ad acquistare prodotto nazionale". Sono i retailer che alla fine decidono quando passare al prodotto spagnolo, in base alla qualità della merce.

Le verdure spagnole importate dalla società sono destinate principalmente al retail olandese, ma l'azienda esporta anche alcuni volumi in Scandinavia ed Europa centrale e orientale. Circa l'80% dei prodotti viene fornito ai rivenditori europei. Le prime verdure prodotte nella Spagna continentale sono disponibili alla fine di settembre. Le Isole Canarie seguono a metà di ottobre.


Stephane Rion e Gert-Jan Slobbe.

Verdure da ratatouille
"E' difficile che un coltivatore in serra passi a un altro prodotto - ha spiegato Rion - Non succede spesso, e, in generale, lo fa chi ha bisogno di soldi. La maggior parte dei coltivatori spagnoli non lo fa".

In origine, Fortuna Frutos era specializzata nell'import di pomodori dalle Canarie. Questo assortimento è stato ampliato in modo significativo negli ultimi anni. Oggigiorno, l'offerta delle Canarie è costituita da pomodori tondi, mini San Marzano e cetrioli. "Il resto della gamma è importato dal Mediterraneo". Rion qualifica l'assortimento di Fortuna Frutos come verdure da ratatouille.



Clima meno volubile
Il piccolo gruppo di isole al largo della costa africana presenta dei vantaggi rispetto alla terraferma spagnola. Ad esempio, le condizioni meteorologiche sono state più stabili negli ultimi anni. "Il clima è strutturalmente meno volubile dal punto di vista della temperatura rispetto alla Spagna meridionale" ha dichiarato Slobbe.



Grazie a tali circostanze di coltivazione, i prodotti delle Isole Canarie si sono fatti un nome, anche all'interno della rete dei clienti di Fortuna Frutos. Eppure il settore si trova ad affrontare potenziali pericoli. Negli ultimi dieci anni, i prezzi di vendita sono variati poco. Il trasporto e il costo del lavoro, tuttavia, sono aumentati. E' diventata una sfida per i coltivatori. "Ora ci si concentra maggiormente sulla resa per metro quadro nelle serre moderne e sulle soluzioni ottimali per sopravvivere - ha sottolineato Slobbe - Ma vediamo anche coltivatori che non ce la fanno".



Obbligo morale
Questa tendenza non si nota tra i coltivatori associati a Fortuna Frutos. "Contro corrente, stiamo ancora crescendo - ha continuato Slobbe - Quest'anno, ci aspettiamo di vendere un milione di confezioni in più rispetto alla precedente stagione. Vogliamo continuare a crescere nei prossimi anni".

"La crescita è il risultato di una duplice tendenza: da un lato ci sono più coltivatori che vogliono commercializzare i loro prodotti attraverso Fortuna Frutos; dall'altro i coltivatori stanno investendo in nuove tecniche. I nostri produttori dipendono completamente dalla coltivazione, in quanto non hanno altri lavori".

"Uno dei produttori si trova in un villaggio di 8.000 persone su un'area di 140 ettari - ha concluso Slobbe - Si può immaginare quanto sia importante questa azienda per l'occupazione di persone del villaggio. Diventa quasi un obbligo morale mantenere in vita l'attività".

Per maggiori informazioni:
Gert-Jan Slobbe - Email: gert-jan@fortuna-frutos.com
Stephane Rion -Email: stephane@fortuna-frutos.com
Fortuna Frutos
Web: www.fortuna-frutos.com

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto