Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Italian Goji: ai Castelli Romani la terra del Goji made in Italy

Siamo ai piedi dei Castelli Romani, certamente tra le più importanti aree agricole della regione Lazio. Una zona in grado di portare in tavola prodotti di eccellenza come i vini DOC, il tartufo e i funghi, oltre ad un'ampia gamma di prodotti ortofrutticoli. Si tratta di produzioni di eccellenza, ultra secolari, favorite da una particolare vocazione dei terreni, ricchi di sali potassici e di fosforo, ma anche per il clima e il microclima ideali, favoriti dai laghi presenti nel territorio.

Foto a destra: le bacche di Goji fresche hanno innumerevoli proprietà benefiche e antiossidanti. Un prodotto di altissima qualità che si può consumare come uno snack, per guarnire il gelato o arricchire centrifughe ed estratti. Il suo sapore è squisitamente dolce e si sposa con tutti i piatti, dalle insalate fino a tutto ciò che può nascere dalla fantasia. Per chi vuole provarle l'azienda sta attivando la consegna a mano presso la sua sede.
 
Sembra un caso, ma ci troviamo alla stessa latitudine della regione Cinese del Ningxia, dove le bacche di Goji vengono attualmente coltivate per soddisfare l'intero fabbisogno mondiale. Si tratta di superfrutti ad elevate qualità organolettiche, con una ricchezza smisurata e una molteplicità infinita di sostanze vitali che si completano e si sostengono una con l'altra nei loro effetti salutari.

La leggenda racconta che nel VII secolo d.C. sulle montagne dell'Himalaya, attorno ad un pozzo in un tempio buddista vi erano delle piante le cui bacche mature non consumate, cadevano dentro. I Monaci che quotidianamente bevevano l'acqua del pozzo vivevano in ottima salute e molto a lungo...

Agli inizi degli anni 80, leggenda a parte, le nuove tecnologie permisero davvero di attribuire alle sostanze rilasciate dalle bacche del Goji la ragione di questa longevità.


Lavorate con il metodo della bolla di concentrazione sottovuoto, l'unico che permette di concentrare a basse temperature e mantenere integre le proprietà organolettiche della frutta

Il Lycium barbarum, nome botanico della pianta che produce le bacche di Goji, è un arbusto perenne, rustico, originario delle regioni himalayane dell'Asia, con una crescita piuttosto vigorosa che può raggiunge anche tre metri di altezza, ha foglie di colore verde brillante, regge anche ai geli intensi e a forti venti. Un'esposizione soleggiata permetterà ai frutti di ottenere una completa maturazione aumentando le proprietà organolettiche e i contenuti salutistici.


Il team di Terramata: Francesco, Massimo, Gaia, Guido e Bruno

Il team di Terramata ci dice: "Dal 2013 coltiviamo il Lycium barbarum, la pianta che dà origine alle bacche di Goji, senza uso di pesticidi e fertilizzanti chimici, ottenendo un prodotto di altissima qualità. Fino a oggi le bacche di Goji venivano coltivate solamente in Cina, dove, dopo un processo di essiccazione o trasformazione in succo, vengono confezionate e spedite in tutto il pianeta. Le bacche di Goji disidratate o trasformate percorrono migliaia di chilometri perdendo inevitabilmente le proprietà organolettiche che le caratterizzano oltre che produrre un forte impatto ambientale".

"Non esiste nessun motivo affinché la 'bacca della vita' non possa essere coltivata sulle nostre terre, dove può crescere rigogliosa, sfruttando le temperature a essa più adatte, tipiche della nostra penisola".



"Italian Goji è un azienda agricola nata da giovani coltivatori che hanno scommesso su un progetto innovativo, appunto la coltivazione delle bacche di Goji in Italia. Le bacche di coltivazione italiana, non uno slogan, ma il sogno di chi conosce le importanti proprietà di questo frutto e crede sia possibile mangiarlo fresco o addirittura a chilometri zero, quando fino ad oggi lo si è consumato secco e di provenienza cinese".



"Nel 2013, dopo un'attenta analisi di fattibilità che interessò il terreno di Campogillaro a San Cesareo (provincia di Roma), le condizioni climatiche e la posizione geografica, abbiamo messo a dimora 1000 piante di Lycium barbarum e demmo inizio al progetto Italian Goji. Individuate le piante più forti e vigorose e utilizzando la tecnica naturale del taleaggio, abbiamo portato il numero dei Lycium a più di 1300 unità, una piantagione che a regime produrrà circa 10 tonnellate di bacche di Goji".

Clicca su play per un video della fioritura del Lycium barbarum.


"Oggi i Lycium ci stanno ripagando della dedizione, degli sforzi e della costante attenzione che tutto il team gli ha dedicato. La quantità di bacche di Goji prodotta è superiore alle aspettative e la qualità è altissima. La bacca dalle straordinarie proprietà è adesso made in Italy; il nostro sogno è diventato realtà".

La Salsa Goji al peperoncino è ottenuta dalla lavorazione delle bacche di goji fresche appena raccolte di assoluta qualità in grado di valorizzare ogni pietanza. Può essere presente in ogni portata: spalmata sulle tartine o sui crostini di un aperitivo, fatta saltare con della pasta o mantecata con un risotto per insaporire un secondo di carne o pesce.



La produzione della Salsa Goji al peperoncino è stata realizzata in collaborazione con l'Azienda Terramata di Olevano Romano (RM) senza coloranti, addensanti, conservanti, glutine.

Contatti:
Italian Goji
Via Radicofani
00030 San Cesareo (RM)
Cell.: (+39) 392 8934208
Email: info@italiangoji.com
Web: www.italiangoji.com

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto