Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Un bilancio sulla decima edizione della manifestazione 100% melicola

Gli assi nella manica di Interpoma secondo il direttore di Fiera Bolzano Thomas Mur

Sabato scorso, 26 novembre 2016, si è conclusa l'edizione 2016, la decima della sua storia, di Interpoma, la fiera dedicata solo ed esclusivamente al mondo melicolo, che si svolge ogni due anni a Bolzano (BZ). Prima della fiera, i dati parlavano di oltre 450 espositori, con gli spazi a disposizione esauriti, mentre le prime cifre non ufficiali a consuntivo pongono l'asticella a 18mila visitatori nei 3 giorni di fiera.

"Quello che per noi era ed è importante è la partecipazione internazionale, e da questo punto di vista vediamo un trend in crescita, mentre pure dagli espositori il feedback che ci giunge è positivo", ci spiega Thomas Mur, direttore di Fiera Bolzano, l'ente organizzatore di Interpoma.

Clicca qui e sfoglia l'album fotografico di FreshPlaza realizzato a Interpoma 2016.

Thomas Mur, direttore di Fiera Bolzano, l'ente organizzatore di Interpoma.

Dai dati forniti, gli espositori provenivano da 20 paesi diversi, i visitatori da 70. "Il successo dell'internazionalizzazione della fiera – riprende Mur - è stato possibile soprattutto grazie al lavoro fatto con ICE-Istituto italiano per il Commercio Estero, che ha permesso di coinvolgere 100 tra buyer e giornalisti stranieri, e di realizzare per la prima volta nella storia della nostra fiera un tour in Cina, un mercato molto interessante (ad oggi soprattutto per i costruttori di macchine, ndr)".

Clicca qui e sfoglia l'album fotografico di FreshPlaza realizzato a Interpoma 2016.

Sabato 26 novembre si è conclusa la decima edizione di Interpoma.

Al direttore di Fiera Bolzano chiediamo quali siano gli assi nella manica per il successo di Interpoma: "Il ruolo centrale del business, quindi il convegno internazionale (Interpoma è la sede, in ogni edizione, del convegno "La Mela nel Mondo", ndr), a cui dobbiamo una buona fetta di internazionalità della menifestazione, considerando che la sua organizzazione richiede quasi due anni di preparazione e viene fatta coinvolgendo gli stakeholders del settore per capire le tendenze".

Infine c'è l'integrazione con il territorio: gli stessi giornalisti stranieri sono rimasti stupiti dalla forte passione sul territorio per questo settore, e della qualità delle produzioni. "Quest'ultimo è un elemento in cui già siamo abbastanza bravi, ma vorremmo migliorare sul fronte dell'ospitalità nei riguardi dei visitatori, in modo che non debbano neanche chiedersi 'torno?'".

Clicca qui e sfoglia l'album fotografico di FreshPlaza realizzato a Interpoma 2016.

Un momento di Interpoma 2016.

Tuttavia Interpoma ha anche due caratteristiche, che la differenziano dalla maggior parte delle altre fiere italiane dedicate all'ortofrutta: è biennale ed è monoprodotto, essendo dedicata esclusivamente alla mela.

Sul tema della biennalità "siamo partiti dal presupposto che l'innovazione molto difficilmente è annuale: serve tempo alle aziende per sviluppare e poter presentare delle novità", commenta il direttore di Fiera Bolzano. Invece l'idea di una fiera solo sulle mele "fu una scelta intelligente, ma certo alle prime edizioni non fu facile: c'era l'interesse da parte dei visitatori, meno da parte dei visitatori, tant'è che le prime edizioni veleggiavano sui 6mila accessi. Negli anni, ha preso una vocazione internazionale, permettendoci di arrivare agli attuali 18mila visitatori. E' una fiera molto verticale: si parla di un solo prodotto, ma a 360 gradi: (per quello che rappresenta, ndr) alla mela si dedica un evento di questo tipo, ed è un tema che si può portare ancora avanti e sviluppare ulteriormente".

Clicca qui e sfoglia l'album fotografico di FreshPlaza realizzato a Interpoma 2016.

Un momento di Interpoma 2016.

Difatti già quest'edizione 2016 si è presentata con diverse novità rispetto al passato: dal ciclo di eventi off BZ Loves Apples all'Interpoma Innovation Camp, un nuovo format dedicato all'innovazione nel settore (cfr. FreshPlaza del 24/11/2016).

"Noi stessi – conclude Mur - siamo rimasti sorpresi dalla partecipazione all'Innovation Camp: abbiamo lanciato un invito alla collaborazione, che in questo mondo veloce e globalizzato è sempre più importante, e i nostri partner ci hanno creduto, hanno creduto in questo format: tra talenti locali e internazionali si può fare innovazione. Questo è un punto di partenza che vogliamo sviluppare e portare avanti, anche al di fuori della biennalità di Interpoma. Sicuramente ci sarà un bis e la nostra idea è che diventi un qualcosa di continuativo, una sorta di community: non basta generare idee carine da proporre ogni due anni".

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto