Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Conversano, 18 novembre 2016

Bella Vigna: il concorso che premia le migliori aziende produttrici di uva da tavola

"Bella Vigna" è un concorso a premi per aziende agricole che ha l'obiettivo di premiare il miglior vigneto di uva da tavola in base a elevati criteri di eccellenza e qualità del prodotto.



La sfida, promossa e ideata dall'Associazione Bella Vigna è stata accolta da diverse aziende pugliesi e lucane che, con entusiasmo, hanno deciso di mettersi in gioco iscrivendosi alla prima edizione del concorso.

Il 18 novembre, presso la Masseria S. Chiara di Conversano (BA), saranno resi noti i nomi dei vincitori del concorso nato con l'intento di valorizzare le aziende agricole che coltivano i migliori vigneti di uva da tavola e dimostrare che la viticoltura e l'agricoltura in generale possono e devono rappresentare un valore aggiunto per i territori di coltivazione.

L'iniziativa ha l'intento di contribuire a ridare entusiasmo a un comparto che sta vivendo un periodo di cambiamento. L'annata in corso è stata molto pesante da un punto di vista climatico, con condizioni non ottimali durante la fioritura e formazione frutti. Inoltre la regione ha registrato alta piovosità in piena estate, in particolare a inizio agosto e inizio settembre. Ciò ha causato notevole pressione di marciume e muffe in gran parte dell'areale coltivato ad uva da tavola, rendendo le operazioni di raccolta difficili.

I criteri con i quali sono state selezionate le aziende agricole con l'obiettivo di premiare il miglior vigneto di uva da tavola sono stati:
  • qualità estetica ed organolettica del prodotto
  • uniformità del vigneto e del prodotto
  • assenza di fisiopatie e malattie
  • equilibrio del vigneto tra carico produttivo e vigore
  • contenimento dei costi di gestione
  • attuazione delle buone pratiche agricole (irrigazione razionale, oculata gestione del terreno e della fertilità, lotta integrata)
  • rispetto dell'ambiente circostante e cura del territorio
  • innovazione tecnologica
FreshPlaza ha intervistato Michele Melillo (in foto qui sotto), promotore dell'evento.



"La crescita e il progressivo sviluppo dei nostri territori a forte vocazione viticola richiedono il raggiungimento di standard qualitativi elevati, che caratterizzino le nostre produzioni sul mercato globale. Un grappolo gigante non è rappresentativo della qualità di un intero vigneto", dichiara Michele.

Come nasce l'idea dell'evento?
Abbiamo riproposto un'iniziativa simile già promossa con successo in Sudafrica, cosicché abbiamo deciso di riunire una giuria - composta da due agronomi tecnici del territorio (Giuseppe Tagliente e Vittorio Filì), un professore universitario (Prof. Giuseppe Nuzzo dell'Università di Potenza) e un esperto della filiera commerciale (Francesco Rubino di Univeg) - che hanno valutato i vigneti in gara al fine di individuare quelli che più rispondono ai parametri elencati in una apposita scheda di valutazione preparata per l'evento.



In particolare cosa vuole promuovere l'evento?

Il nostro intento è promuovere e incentivare una viticoltura da tavola razionale e sostenibile, favorendo la condivisione di esperienze positive e innovative del nostro territorio, particolarmente vocato alla produzione di uva da tavola.



Quante le aziende monitorate?

In seguito a un attento lavoro di preselezione, solo 15 aziende finaliste hanno ospitato il giorno 31 agosto la giuria che ha valutato scrupolosamente i vigneti in gara, al fine di individuare quelli che più rispondevano ai criteri e parametri di selezione predefiniti.



Sarà assegnato anche il Gran Premio Sostenibilità?
I 3 vigneti che hanno ottenuto il maggior punteggio saranno premiati durante l'evento di metà novembre nell'ambito del quale, in un clima di festa e convivialità, sarà possibile diffondere i concetti alla base di una viticoltura da tavola razionale, sostenibile e volta alla migliore qualità. Nell'occasione, sarà anche assegnato il "Gran Premio Sostenibilità" all'azienda che più si è distinta per la gestione ecosostenibile del proprio vigneto.



Quali le 15 aziende finaliste?
1. Borracci Nicola
2. Racemus di Teresa Diomede
3. Didonna Domenico
4. Lozupone Pasquale
5. Defilippis Giacinto
6. Fra.va.
7. Naturasana
8. Ermes
9. Clinca Antonia
10. Saracino Angela
11. Ruospo Giuseppe
12. Borracci Stefano
13. Moccia Giuseppe
14. Colucci Vito
15. Renna Giovanni

La serata prevede l'intervento di tre relatori, i quali daranno una testimonianza sui vantaggi che può portare l'innovazione in agricoltura dal punto di vista della loro esperienza nel settore.

Marco Valerio Del Grosso – Agronomo Sintonia StP
Competitività e Innovazione nell'agricoltura italiana

Vincenzo Lapietra – Az. Agr. Fratelli Lapietra
Az. Agr. F.lli Lapietra: innovazione di successo

Carlo Berardi – Good Produce – UK
L'innovazione nell'uva da tavola vince sui mercati?

Clicca qui per scaricare la locandina dell'evento.

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto