Diverse le spedizioni di ciliegie previste verso la Cina. In generale, il rapido aumento del volume di fornitura porta a un altrettanto veloce adeguamento al ribasso dei prezzi nei mercati all'ingrosso di fascia alta. Le ciliegie sono ancora nella prima fase della stagione; nel corso della prossima settimana potrebbero arrivare sul mercato ancora maggiori volumi di prodotto. Perciò prezzi e velocità di vendita dovrebbero diminuire.



Le ciliegie cilene non sono l'unico frutto in questa situazione. Infatti, anche i mango dell'emisfero sud stanno raggiungendo la Cina in volumi sempre maggiori. I mango in arrivo da Ecuador, Perù e Australia, inizialmente ​​sono stati venduti a 50,10 euro, ma la velocità di vendita non è stata molto alta.


Mango dell'Ecuador.

In particolare, i frutti australiani sono venduti per lo più dopo una seconda selezione in Cina, che assicura l'uniformità in maturazione. Il prezzo di questi mango continua a essere il più elevato.

Mango peruviani e australiani.

Inoltre, sta cominciando la vendita delle pere provenienti da Paesi Bassi e Stati Uniti. Rispetto alle pere americane, le pere olandesi non hanno ottenuto l'accesso al mercato cinese per molto tempo.



Dal momento che le pere appartengono alla categoria dei frutti che ci mettono un po' a maturare, dopo l'acquisto i consumatori di solito devono aspettare un paio di giorni per mangiarle.

I consumatori cinesi, d'altra parte, sono abituati a frutti sodi e succosi. Servirà quindi un notevole periodo di tempo per superare queste differenze culturali nei consumi.

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.