Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Se n'e' discusso in un convegno alla Fiera Emaia di Vittoria

Evoluzione e crescita dell'ortofrutta nel contesto delle nuove logiche di mercato

Si è svolto lo scorso 8 novembre 2016, presso la Sala Congressi della Fiera Emaia, a Vittoria (RG) il convegno dal tema "Nuove logiche di mercato: evoluzione e crescita dell'Ortofrutta".

Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Vittoria, Giovanni Moscato, i lavori sono entrati nel vivo con Paolo Merci, Direttore Generale di Veronamercato Spa, il quale ha raccontato la realtà attuale del mercato scaligero.



Merci ha snocciolando i singoli passaggi che hanno visto diventare grande la struttura mercatale veneta, parlando innanzitutto di "rispetto per chi si alza la mattina presto per portare i propri prodotti al mercato" e "della grande onestà che bisogna avere nella gestione di soldi pubblici".


L'intervento del Sindaco.

"Una delle grandi fortune del mercato di Verona - ha poi spiegato - è quella di trovarsi al centro della nuova Europa, proprio all'incrocio dell'asse che porta ai mercati dell'est".



"Veronamercato fattura 450mln di euro - ha proseguito Merci - e dall'inizio dell'anno fa parte di Italmercati; il 50% dei prodotti è destinato all'export e un buon 35% va direttamente alla Gdo. Grazie alla sua posizione strategica, Veronamercato si attesta quale leader della qualità e della freschezza, perché i prodotti riescono a raggiungere velocemente le loro destinazioni".

Da quest'anno Veronamercato, insieme alla rete Veronamercato Network, propone l'iniziativa Fresh Business with Veronamercato; un programma continuativo di opportunità per lo sviluppo di rapporti commerciali internazionali per gli operatori interni di frutta e verdura. L'evento B2B del 13 settembre scorso ha visto concretizzare un totale di ben 108 incontri formali tra 8 ditte visitatrici e 23 operatori di frutta e verdura e ha segnato la prima di queste opportunità. Il prossimo incontro è già in calendario per maggio 2017.


Paolo Merci in un passaggio del suo intervento.

"Il disegno per far funzionare le cose - ha concluso il Direttore Generale - sta nella capacità di mettere assieme la parte pubblica con le aziende private per evitare sprechi e rimanere agili e al passo con il dinamismo del mercato. Adesso, ad esempio, si sta registrando una evoluzione dell'e-commerce. Siti come Amazon, sui quali si può fare la spesa online, stanno creando qualche problema ai grandi supermercati. Si tratta di un fenomeno al quale bisogna prestare attenzione, così come è necessario stare attenti a tutti quegli elementi e alle novità che riguardano il settore".

A Paolo Merci abbiamo chiesto, a margine del convegno, un suggerimento per il rilancio del mercato ortofrutticolo di Vittoria. Nel video qui sotto, la sua risposta.



Altrettanto interessante l'intervento del Coordinatore del Dipartimento cooperazione internazionale del Conaf (Consiglio dell'Ordine Nazionale dei dottori Agronomi e dottori Forestali), Giuliano D'Antonio, il quale ha parlato dell'importanza della logistica, ma anche dell'evoluzione della formazione della domanda.


L'intervento di D'Antonio.

"Analizzando i dati degli ultimi mesi - ha detto D'Antonio - abbiamo osservato come i supermercati si siano concentrati sui contesti geografici (IGP e DOP). I prodotti identificabili territorialmente, in termini di volumi, hanno registrato una crescita del 12% in poco tempo. E' stato interessante osservare come, in presenza della crisi, il consumatore abbia evoluto i suoi criteri di scelta, diventando più critico e attento. La scelta, infatti, cade sempre più sulla qualità, ponendo in evidenza l'identità e la storia dei prodotti, che deve essere espressa chiaramente, non solo attraverso i marchi, ma prima di tutto grazie alla loro qualità. Altro elemento di preferenza è la sostenibilità ambientale: un prodotto biologico, ad esempio, al di là della sua indicazione geografica, avrà comunque una buona possibilità di successo".

In quest'ottica, secondo quanto sostenuto da D'Antonio, non bisogna temere la globalizzazione e la concorrenza, da qualsiasi parte provenga.

Clicca sul tasto Play per una videointervista con Giuliano D'Antonio


Autore: G.P. per FreshPlaza

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto