Inserito nella legge di stabilità 2017, il piano Industria 4.0 è il progetto che – secondo le intenzioni del Governo – porterà le imprese italiane nell'immediato futuro. Si tratta di una serie di agevolazioni e incentivi fiscali che vogliono indurre l'industria nazionale a intraprendere un percorso di ammodernamento. Con l'inizio dell'anno nuovo e fino al 2020, a fronte di un impegno pubblico di circa 13 miliardi di euro, si auspica una mobilitazione di investimenti privati in ricerca e innovazione per 10 miliardi in più rispetto al valore fino ad ora rilevato.

Oltre alla proroga del super-ammortamento con aliquota al 140 percento (che nell'ultima versione, non ancora definitiva, dovrebbe valere anche per i veicoli merci), il piano prevede un iper-ammortamento al 250 percento per i beni legati all'industria 4.0, un'opportunità interessante che avrà tempi più lunghi e una diversa strutturazione del credito d'imposta, infatti sarà incrementale, portando l'aliquota della spesa interna fino al 50 percento, con un credito massimo da cinque fino venti milioni di euro.

Clicca qui per leggere di più su www.trasportoeuropa.it.