Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Dati Ismea dal 10 al 16 ottobre 2016

Esordio per cavolfiori e radicchio tondo, prezzi di inizio campagna simili allo scorso anno

L'ultima settimana è stata caratterizzata dall'esordio dei cavolfiori sulla piazza di Salerno e del radicchio tondo su quella di Verona; in entrambi i casi le prime contrattazioni sono avvenute sulla base di un prezzo simile a quello rilevato all'inizio della scorsa campagna. L'abbassamento termico ha determinato un calo dell'offerta di zucchine in tutti gli areali produttivi della penisola, di conseguenza le quotazioni medie sono risultate in rialzo, mentre in Sicilia il raccolto è stato in parte compromesso da problemi fitosanitari.

Ortaggi a foglia: le diverse tipologie di lattuga scambiate a Rovigo hanno evidenziato dinamiche dei prezzi differenti. In particolare le quotazioni della Cappuccioa e dell'Iceberg sono calate; di contro, i listini della Gentile e della Romana hanno mostrato un'evoluzione positiva. Situazione di mercato regolare per le insalate di origine laziale, prezzi confermati anche in Sicilia, nonostante parte della produzione sia stata danneggiata dalle abbondanti piogge dei giorni scorsi. Prime contrattazioni per il radicchio tondo veronese, listini in ripresa a Brondolo, mentre in Abruzzo la campagna di commercializzazione sta per concludersi. Relativamente agli spinaci, quotazioni in rialzo a Rovigo; prezzi invariati per il prodotto napoletano.

Carote: nessuna novità nel mercato delle carote; in tutte le piazze di riferimento gli scambi sono infatti proseguiti in maniera regolare e sulla base degli stessi prezzi della precedente rilevazione.

Patate comuni: ancora una settimana relativamente tranquilla nel comparto delle patate, con contrattazioni nella norma e prezzi stabili in tutte le piazze monitorate. In questa fase della campagna il prodotto nazionale sta beneficiando della limitata presenza di merce estera; in diversi paesi del nord Europa (Francia, Belgio e Paesi Bassi) il raccolto è stato infatti inferiore rispetto allo scorso anno.


Clicca qui per un ingrandimento del grafico.

Zucchine: volge al termine la stagione produttiva delle zucchine in tutte le zone vocate della penisola. Una progressiva riduzione dei quantitativi raccolti e immessi nel circuito commerciale ha determinato un generale rialzo dei prezzi in campagna.

Fagiolini: l'ultima rilevazione ha sancito la conclusione della campagna di commercializzazione dei fagiolini a Rovigo. Sulla piazza di Latina, le quotazioni sono risultate in leggera ripresa, mentre nel napoletano una debole attività della domanda ha provocato un forte ribasso dei prezzi. Listini grossomodo stabili nelle restanti piazze del paese.

Melanzane: in Puglia e a Latina i listini delle diverse tipologie di melanzane sono risultati in calo per una diminuzione di interesse da parte della domanda. Quotazioni invariate per il prodotto salernitano.

Finocchi: proseguono le operazioni di raccolta dei finocchi negli areali di coltivazione romagnoli. L'offerta, in graduale incremento, trova agevole collocamento sui mercati grazie anche a un buon livello qualitativo; nella 41ma settimana i prezzi non hanno registrato alcuna variazione. Un calo della richiesta al consumo ha invece provocato una lieve flessione dei listini del prodotto di provenienza rodigina.

Cavolfiori: una riduzione dell'offerta a fronte di una domanda stabile ha determinato un notevole rialzo dei listini dei cavolfiori scambiati a Rovigo. La qualità della merce è ottima e verosimilmente le quotazioni si manterranno su questi livelli anche nei prossimi giorni. Prime contrattazioni per il prodotto salernitano, sulla base di un prezzo analogo a quello d'esordio dello scorso anno; listini invariati sulla piazza di Napoli.

Peperoni: si avvia alla conclusione la stagione di raccolta dei peperoni negli areali produttivi laziali; nell'ultima rilevazione le quotazioni medie hanno registrato una lieve flessione. Prezzi confermati nei centri di scambio di Salerno e Taranto, grazie a un sostanziale equilibrio tra domanda e offerta.


Clicca qui per un ingrandimento del grafico.

Ortive a frutto in serra: a Latina, le condizioni ambientali sfavorevoli e le temperature più basse registrate nell'ultimo periodo hanno portato a una riduzione dell'offerta di zucchine con conseguente aumento dei prezzi in campagna. Compravendite regolari e listini fermi sui valori registrati nella 40ma settimana per tutte le ortive in serra quotate a Vittoria.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto