Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Biobacche Toscane: piccoli frutti, prodotti dell'orto e frutta per un'alimentazione a tutta natura

Francesco Russo e Andrea Barbato, due imprenditori con esperienze professionali diverse in realtà internazionali (quella vitivinicola per il primo e dalla gioielleria per il secondo) hanno deciso di dare una svolta alla loro vita. Da persone che si conoscono da dieci anni, per via dei figli che frequentavano la stessa scuola, hanno realizzato il progetto Biobacche Toscane dopo due anni di studi e analisi di altre realtà del biologico.


Andrea Barbato e Francesco Russo

Nasce così una gamma di 12 succhi di frutta, veri e propri blend fra erbe, bacche, frutta, dando vita a sapori autentici, rinfrescanti e dove il gusto dei singoli componenti risulta moltiplicato. Niente zucchero o dolcificanti, estrazioni non filtrate, vere cariche di antiossidanti e proprietà benefiche.


I succhi di frutta

Materia prima toscana, a cominciare dalle bacche fresche di Goji curate nella Valle del Casentino, ben note e classificate fra i "superfood" per le loro proprietà. Poi il Mirtillo selvatico, i ribes provenienti anche dal parco dell'appennino modenese, l'Olivello spinoso da una coltivazione della costa toscana certificata Demeter, mele e il loro succo da Montepulciano, nelle colline senesi, (terreni scelti per la proprietà di mantenere l'acidità). E ancora, le verdure dalla Val Tiberina (Sansepolcro), da Castiglion Fiorentino e da zone limitrofe.



A questi succhi si affiancano quattro estratti.


Gli estratti

"Mangiare per stare bene, questa la filosofia che ci ha guidati – sottolinea Francesco – che poi è diventato uno degli slogan della nostra impresa. Da tempo ci davamo da fare alla ricerca di alimenti salutari per le nostre famiglie, Andrea aveva anche aperto un negozio di alimentazione naturale. Vedevo le cose più strane nei ristoranti, ciliegie dal Cile a New York; in Sardegna mi servirono un agnello che proveniva dall'altra parte del mondo. Io e Andrea ci siamo detti: Cambiamo? Così abbiamo agito".


Subbiano. Foto di Angelo Campus

Biobacche Toscane ha la sua base a Subbiano, nella Valle del Casentino, sulla riva sinistra dell'Arno. Colline, boschi e castelli coronano il piccolo centro toscano che sta a 12 chilometri da Arezzo.



"Abbiamo iniziato ad aprile 2015 – prosegue Francesco – siamo andati a visitare aziende, scovare ricette, trovando anche realtà agricole dove gli operatori riuscivano a dedicarsi alle colture ma non avevano tempo necessario per la trasformazione e commercializzazione, laboratori che necessitavano di forniture. Guardando il mercato dei succhi di frutta, ci siamo accorti che era dominato da quelli industriali e da una grande monotonia nell'offerta. Ci abbiamo pensato noi a creare qualcosa di totalmente nuovo".


Olivello spinoso

"Abbiamo dato vita a una piccola filiera interamente dedicata alla qualità dei sapori, dei profumi e all'integrità del gusto e delle caratteristiche nutrizionali di ciò che beviamo e mangiamo", completa il socio di Biobacche Toscane.



I nomi dei succhi sono molto particolari, come la loro composizione. Nelle bottiglie solo bacche, frutta e verdura spremuti a freddo, senza filtrazione né centrifugazione.



Nel succo c'è tutta la materia prima di partenza, fibre comprese e le bucce, mantenendo l'integrità delle proprietà organolettiche e antiossidanti, enzimi, vitamine, sali minerali e, naturalmente, la forza dei sapori.



"Non zucchero per addolcire, neppure l'uso di succhi concentrati di mela od uva o fruttosio – continua Francesco – Lo zucchero uccide il gusto, lo copre e snatura, mentre noi vogliamo un prodotto autentico, dissetante; così alcuni dei nostro succhi hanno sapori decisi e asprigni, molto apprezzati".



Si parlava dei nomi fuori dal comune di questi dodici succhi: Benessere da Bere (79 Mirtilli, Mezza Mela, 13 Bacche Di Goji); Vitamine a Gogo (75 Mirtilli, mezza Mela, 7 Bacche di Olivello Spinoso); Sottobosco da Bere (15 Bacche Di Goji, 75 Ribes, 1 Mela); A Qualcuno Piace Aspro (73 Ribes Neri, 1 Mela, 10 Bacche di Olivello Spinoso); Freschezza a Go Go (5 Fragole, 15 Bacche Di Goji, 51 Ribes Rossi, 1 Mela).



E ancora: Me La Mangio e Me La Bevo (2 Mele, 16 Bacche di Olivello Spinoso); Tanta Polpa Tanta Roba (7 Fragole, 30 Ribes Rossi, 10 Bacche di Olivello Spinoso); Mela Non Stop (4 Mele); Lo Bevo e Lo Ribevo (2 Mele, un quarto di Sedano, 1 spicchio di Limone); Mi Bevo l'Orto (3 Carote, 1/3 di Sedano, mezzo Finocchio, 6 Bacche di Olivello Spinoso); Una Mela al Giorno (2 Mele, 15 Bacche di Goji, 1 spicchio di Limone); Succo Ricco Mi Ci Ficco (6 Fragole, un quarto di Rabarbaro, 1 spicchio di Limone, 1 Mela).



Come sottolineato da Andrea e Francesco, dopo l'imbottigliamento i succhi vengono stabilizzati tramite un processo di pastorizzazione in sottovuoto, a bassa temperatura e per tempi molto brevi, al fine di minimizzare la volatilizzazione delle componenti più termolabili.



Quattro gli estratti, da succo puro ottenuto da 150 grammi di frutti che i due produttori raccomandano di assumere quotidianamente in due cucchiai per avere una dose sufficiente delle rispettive proprietà benefiche: Mirtillo e Ribes Nero estratti al vapore (estrazione a freddo per mantenere inalterate le proprietà e i micronutrienti dei frutti di partenza) e Olivello Spinoso e Goji, sempre estratti a freddo.



Da rammentare le proprietà della bacca di Goji (in questo caso coltivata e curata tutta in questa parte di Toscana) ricchissima di antiossidanti, immunomodulanti, antitumorali, neuroprotettivi, radioprotettivi, antidiabetici, epatoprotettivi, antiosteoporotici e anti-stress, nonché energizzante naturale.



L'Olivello spinoso, antitumorale naturale oltre che antisettico, tonificante, cicatrizzante, immunostimolante e vasoprotettore, antagonista del cosiddetto colesterolo cattivo. Ben note le proprietà del mirtillo, ribes, sedano e degli altri prodotti utilizzati.



Da poco i due soci di Biobacche Toscane hanno chiuso un accordo con la Biolog di Brescia per la distribuzione nazionale, mentre come vendita diretta questi prodotti sono molto richiesti da centri benessere, hotel e bar sensibili sull'autenticità degli alimenti e la salute, le palestre. Per l'anno prossimo altre novità. Quindi, un brindisi a tutta salute!

Contatti:
Biobacche Toscane
Via Siro Fantoni, 64/i
52010 Subbiano (Arezzo)
Cell.: 348 3451180
Francesco Russo - 340 4609846
Andrea Barbato - 335 6920819
Email: info@biobacchetoscane.com
Web: www.biobacchetoscane.com
Facebook: https://www.facebook.com/biobacchetoscane

Autore: G.G. per FreshPlaza

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto