Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Intervista di FreshPlaza a Giuseppe Cupane

Ciclo produttivo, protocolli di qualita' e sanificazione del carciofo violetto ramacchese

E' Giuseppe Cupane (nella foto a destra), presidente direttore commerciale della Cooperativa Violetto Ramacchese e del Gal Kalat Est, amministratore dell' "OP Rossa di Sicilia" - che associa venti cooperative dislocate nella Sicilia orientale - ad essere riuscito a sdoganare le migliori energie, mettendo insieme, spirito imprenditoriale e associazionismo.

In Coop Violetto, oltre sessanta agricoltori motivati producono per il mercato prodotti tipici di qualità che vanta tra i clienti italiani, catene di distribuzione di tutto rispetto: Coop Italia, Grippo Alì-Aliper e Supermercati Elite di Roma (Gruppo Selex).

Tappe importanti per la competitività del settore agroalimentare: l'organizzazione della filiera corta, il marketing territoriale e la tracciabilità dei prodotti secondo nuove tecnologie e protocolli di qualità. Tutti prodotti di eccellenza che hanno acquisito il Passaporto del gusto e con Valore Sicilia la loro piattaforma informatica.

Un'area culturalmente ricca di storia, nonché di produzioni agroalimentari di eccellenza, favorite dalla cooperazione della rete dell' "Agenzia per il Mediterraneo", che attraverso uno dei progetti più efficaci per lo sviluppo dei territori, ha messo in sinergia le aziende dell'ospitalità, della ristorazione e dei prodotti tipici.

Ne parla per FreshPlaza il Presidente Giuseppe Cupane: "In più di un ventennio di attività i Gal (Gruppi di azione locale) sono stati uno strumento molto importante, che ci ha permesso di portare avanti iniziative significative, soprattutto la continuità nella progettazione e nella comunicazione per rafforzare, nel settore agroalimentare, l'identità culturale siciliana. Un esempio è il 'Centro servizi sulla filiera del carciofo' che offre: servizi di informazione e aggiornamento attraverso newsletter; orientamento sui sistemi di qualità e tracciabilità, orientamento degli operatori sulle tecniche di marketing e commercializzazione più adeguate al mercato".

Nel dettaglio, tra i prodotti tipici isolani, Cupane tratta soprattutto una cinaricultura di qualità: il carciofo violetto o romanesco, prodotto principe nel comprensorio calatino, coltivato in un'estensione di migliaia di ettari, che immette sui mercati italiani e stranieri svariati milioni di capolini.



Il ciclo produttivo
"Il prodotto ha un calendario di produzione e commercializzazione è quanto mai ampio, con una durata complessiva, che varia dai sei ai sette mesi. Il ciclo produttivo inizia a novembre, ma è a ridosso delle festività natalizie che si arriva alla piena produzione, circostanza favorevole che vede il carciofo presente nelle tavole fino a metà gennaio, con un prodotto bello e sano. Dal 15 gennaio fino a tutto aprile viene recisa la ceppaia vecchia che nell'arco di un mese inizia il nuovo ciclo produttivo. In questo breve arco di tempo, in attesa della nuova fioritura, il mercato risente della competizione egiziana, che implementa l'import e fa calare le quotazioni del nostro violetto. Con la nuova fioritura la pianta sarà più produttiva grazie alle temperature miti della primavera isolana e per l'assenza di piogge e gelo. Rispetto al prodotto egiziano, sebbene i migliori clienti nazionali continuano a preferire i nostri carciofi - ribadisce Cupane – è fondamentale affidarsi ad una comunicazione e a un marketing all'altezza della situazione".

Qualità e tracciabilità del prodotto
"La cooperativa, attraverso l'adozione di specifiche tecniche di coltivazione, di protocolli e discipline a lotta integrata ottiene produzioni cinaricole di elevata qualità, rispettose dell'ambiente e di assoluta garanzia per il consumatore. L'utilizzo di buone pratiche di coltivazione sono concordate dalla nostra 'OP Rossa di Sicilia', con la collaborazione del Dipartimento di Agricoltura Alimentazione e Ambiente di 3A dell'Università di Catania. Possiamo ben dire che il nostro carciofo, oltre a essere bello, fresco, buono, sano e anche ben presentato è ben tracciato ove la provenienza rafforza l'identità di un carciofo siciliano".



La sanificazione del carciofo
"Da qualche anno la cooperativa ha adottato l'utilizzo dell'ozono in cella frigo e in acqua, migliorando di molto la qualità del cibo. L'ozono ci consente di eliminare residui di sostanza chimiche, afidi o escrementi di uccelli, rallenta il processo di deterioramento perché blocca lieviti e muffe aumentando la shelf life del carciofo. Possiamo dire che il carciofo raccolto il mattino è trattato con ozono in cella frigo per una notte, l'indomani è selezionato e confezionato in cassette di polipropilene certificate per alimenti, sanificato in acqua ozonizzata, l'intero pallet è immerso per otto minuti sott'acqua e spedito con camion frigo. Nelle ventiquattro ore, il prodotto arriva a destinazione".

Prodotto fresco e prodotto destinato all'industria
"Il carciofo fresco viene commercializzato attraverso l'OP Rossa di Sicilia, mentre quello destinato alla trasformazione viene ceduto alle industrie di trasformazione dislocate nel centro Italia. Siamo gli unici in Sicilia che movimentiamo tutto su cassoni, i nostri competitori usano ancora i sacchi. Il prodotto viene raccolto fresco e in nottata trasferito presso i centri di lavorazione. Seguiamo una disciplina di produzione ben precisa e commercializziamo, carciofini teneri di calibro da 5 a 6 centimetri per ricavare cuori di carciofi di primissima qualità".


L'export
"La cooperativa commercializza con la grande distribuzione organizzata e con quasi tutti i mercati generali all'ingrosso da Roma in su, spedisce carciofi in Francia, Lussemburgo e Svizzera. E' proprio per questi mercati abbiamo introdotto cultivar che si adattano meglio al consumo di carciofi del posto, ovvero ibridi di F1 qualità Sambo, molto apprezzato e conosciuto. Tuttavia, ci rendiamo conto che con il prodotto fresco e con un mercato assai maturo è sempre più difficile conquistare nuovi sbocchi commerciali. Vogliamo provare a innovare e sviluppare un prodotto semilavorato, in modo da eliminare la fase molto difficoltosa della preparazione e proporlo pronto da portare a tavola. Facendo conoscere meglio le proprietà nutraceutiche e salutistiche del carciofo contiamo di allargare la commercializzazione verso i paesi del nord Europa".

Contatti:
Cupane Giuseppe - Presidente
Violetto Ramacchese Soc. Coop. Agricola
Divisione operativa dell'O.P. Rossa di Sicilia
C/da Pietrosa S.N.
95040 - Ramacca (CT)
Cell.: (+39) 335 7790925
Fax: (+39) 0957 931341
Email1: info@violettoramacchese.it
Email2: cupaneg@tiscali.it
PEC: violettoramacchese@pec.it
Web: www.rossadisicilia.it / www.violettoramacchese.it

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto