Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

BiodiverSO: un nuovo progetto integrato per la biodiversita' delle specie orticole della Puglia

E' partito ufficialmente il progetto integrato "Biodiversità delle specie orticole della Puglia", finanziato dal Programma di Sviluppo Rurale per la Puglia (Misura 214 - Azione 4 Sub azione a): "Progetti integrati per la biodiversità").

La biodiversità è un complesso di comunità di piante, animali e microrganismi in continua evoluzione, che interagiscono con l'ambiente e l'azione dell'uomo. E' dimostrato che gli ecosistemi con maggiore numero di specie si conservano meglio. Anche per questo l'UE vuole ridurre entro il 2020 gli elevati tassi di estinzione delle specie e ripristinare il più possibile gli ecosistemi naturali.


Batata

In accordo con il Trattato Internazionale sulle Risorse Genetiche Vegetali per l'Alimentazione e l'Agricoltura (RGV), nel progetto "Biodiversità delle specie orticole della Puglia" (BiodiverSO) saranno considerate a due RGV: le varietà coltivate e le specie spontanee.


Carosello e barattiere

A tutt'oggi, sul territorio pugliese non è stata effettuata un'indagine capillare e sistematica delle RGV ortive presenti. Le azioni di conservazione del germoplasma sono spesso affidate alle iniziative di singoli agricoltori che tramandano semi o altre parti di pianta di generazione in generazione, e alla conservazione ex situ che viene normalmente praticata da enti pubblici, quali CNR ed Università.

La rivalutazione di genotipi di varietà locali e/o il loro risanamento possono ampliare la base genetica del comparto orticolo consentendo migliore tolleranza agli stress biotici e abiotici, per salvaguardare la salute del consumatore e l'ambiente, nonché per valorizzare alcune produzioni tipiche pugliesi.


Carote di Polignano

L'Italia, e la Puglia in particolare, rappresenta il centro di domesticazione e/o diversificazione di alcune colture, quali ad esempio alcune Brassicacee, carciofo, melone, ecc. La Puglia è particolarmente ricca di varietà coltivate di ortaggi: carota di Polignano e di Sant'Ippazio, tra le Apiacee; cipolla di Acquaviva e di Margherita, tra le Liliacee; cavolfiore, cavolo broccolo – cima nera, cavolo riccio, mugnoli – e cima di rapa, tra le Brassicacee; melone immaturo – carosello e barattiere – e d'inverno, tra le Cucurbitacee; cicoria – di Molfetta, di Galatina, di Otranto – e carciofo, tra le Asteracee; il pomodoro Regina ed il pomodoro di Manduria, tra le Solanacee. Alcune di queste varietà coltivate sono state incluse nell'allegato 8 del PSR Puglia, che comprende 14 varietà locali di ortaggi a rischio di estinzione genetica (di cui solo sei hanno ricevuto domanda di aiuto da parte di agricoltori custodi), altre sono inserite tra i Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT).


Cime di rapa

La principale finalità del progetto integrato BiodiverSO è quella di contribuire a raggiungere una significativa riduzione del tasso attuale di erosione della biodiversità delle specie orticole pugliesi intervenendo su tutte le varietà locali riportate nell'allegato 8 del PSR Puglia 2007-2013 (e quindi su cavolfiore, cavolo broccolo, carciofo, pomodoro, batata, carota, cicoria, melone), nonché su carosello, barattiere, cima di rapa, cicoria catalogna, cipolla, carota di S. Ippazio, meloni invernali, bietola da coste e fagiolino dall'occhio.


Cipolla Acquaviva

Dopo aver reperito sul territorio pugliese le risorse genetiche orticole a rischio di erosione genetica, esse saranno catalogate (mediante strumenti informatizzati), conservate e caratterizzate.

Il sistema delle conoscenze sarà rafforzato mediante la formazione di un'efficiente rete regionale della biodiversità che metterà in relazione contadini-custodi (detentori delle varietà locali), aziende agricole, stakeholders (agriturismi, industria agroalimentare, ristorazione), enti locali preposti alla valorizzazione delle risorse ambientali, culturali e storico-architettoniche.


Cipolla di Margherita

L'integrazione delle diverse azioni e metodologie che saranno sviluppate nell'ambito del Progetto permetterà di ottenere una serie di strumenti fruibili per tutti, al fine di promuovere le conoscenze sull'inestimabile patrimonio di agrobiodiversità orticola della Puglia e per aumentare la consapevolezza che la tutela delle risorse genetiche è essenziale.


Mugnuli

Chi vuole promuovere la biodiversità delle specie orticole della Puglia può diventare amico del progetto integrato BiodiverSO inviando segnalazioni, foto, informazioni, dati, risorse genetiche e tutto ciò che può essere utile a salvaguardare e valorizzare la biodiversità a questo indirizzo email: biodiverso@biodiversitapuglia.it

Seguiteci anche su:
Web: www.biodiversitapuglia.it
Facebook: www.facebook.com/BiodiverSO
Twitter: twitter.com/BiodiverPuglia

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto