Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Stato di New York: l'aeroponica incentivera' il miglioramento varietale delle patate

Un progetto della Cornell University potrebbe ridurre i tempi e aiutare i coltivatori di patate, incoraggiando la produzione in una maniera più efficiente e sostenibile. Potrebbe anche velocizzare l'introduzione sul mercato di varietà resistenti alle fitopatie e assicurare che i consumatori continuino ad affidarsi a patate coltivate localmente anche in futuro.



Negli ultimi tre anni, Keith Perry, professore associato di patologia e microbiologia vegetale nonché direttore del programma per le Patate da Seme della New York State Foundation e del centro di sviluppo Uihlein Farm, a Lake Placid, N.Y., ha lavorato con l'imprenditore Chris Nobles su un nuovo sistema "aeroponico" che si sta dimostrando molto promettente per incentivare la propagazione delle patate nello Stato di New York.

Il nematode dorato della patata Globodera Rostochiensis, uno dei parassiti nocivi più deleteri al mondo per le patate, può rimanere dormiente nel terreno fino a 30 anni. Per controllare questo problema, i breeder della Cornell hanno sviluppato 22 varietà di patate resistenti ai nematodi.

Walter de Jong, professore associato di breeding vegetale e genetica, conduce la maggior parte della ricerca e il professore associato di orticoltura Donald Halseth valuta le nuove varietà. Fanno parte del team di ricerca anche il virologo Keith Perry e il biologo molecolare dell'USDA Xiaohong Wang per lo studio e la sperimentazione sui nematodi.



"Le piante non si curano come dei pazienti; l'obiettivo principale è quello di prevenire la fitopatia. Il solo strumento a nostra disposizione è la resistenza," ha riferito Perry. "Il nematode dorato è presente su migliaia di ettari nello Stato di New York, ma siamo riusciti a mantenere la popolazione sotto controllo perché non si può riprodurre e ne abbiamo impedito la diffusione. Il processo è stato un grande successo," ha aggiunto Perry. "Le perdite sono crollate a picco. Ci siamo sbarazzati di patogeni che pregiudicavano intere coltivazioni."

"Riusciremo a far ottenere ai coltivatori ciò che vogliono e con un periodo di ripresa inferiore," ha riferito Perry. "Riusciremo ad introdurre nuove varietà sul mercato più velocemente."

Fonte: cornell.edu

Traduzione FreshPlaza Italia. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto