Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Spagna: campagna disastrosa per le arance Navelina

La Unió de Llauradors (Associazione di coltivatori) ha espresso la sua preoccupazione riguardo la disastrosa campagna delle arance Navelina, tutt'ora in corso, dato che il 30% della produzione non verrà raccolto per via di prezzi troppo bassi e di calibri piccoli.

La rilevanza di questa varietà per il settore agrumicolo di Valencia è indiscutibile, visto che rappresenta il 44% della produzione di arance e il 23% dell'intero settore degli agrumi.

Secondo La Unió, il problema principale è la carenza di richiesta per le arance spagnole. "La nostra produzione e quella dell'emisfero sud, quest'anno, si sono sovrapposte sui mercati - spiegano - Entrambe le campagne hanno subito un ritardo come conseguenza delle insolite condizioni meteorologiche che hanno portato alcuni operatori a cercare di competere contro la frutta importata di buona qualità con arance non ancora pronte alla vendita. Il risultato è stato il collasso del mercato delle arance Navelina e il sopraggiungere di preoccupazioni su come questo andrà ad influire sulle varietà tardive."

L'unica opzione che resta per molti coltivatori è quella di vendere la propria frutta ai produttori di succo a prezzi ridicoli (0,07 Euro per kg, se spedito; 0,025 Euro per kg se prelevato direttamente presso le piantagioni). Il costo di produzione per le arance Navelina, secondo i dati forniti dall'Istituto di Ricerca Agricola di Valencia (IVIA), è di circa 0,22 Euro per kg.

Ciò comporta conseguenze disastrose per i produttori, in quanto non solo il loro reddito sarà inferiore, ma ci sarà meno lavoro disponibile presso i magazzini e per nelle attività di raccolta. Si verificheranno anche problemi di sicurezza, dato che i campi non raccolti saranno alla mercé dei ladri.

In zone come La Ribera, nella provincia di Valencia, dove avviene il 28% della produzione di arance Navelina, la situazione potrebbe essere devastante per i coltivatori, che dovranno affrontare gravi perdite e non saranno in grado di reinvestire nelle loro piantagioni per ottenere più competitività; oltre che per le cooperative, già vessate dai costi fissi.

Fonte: Elperiodic.com

Traduzione FreshPlaza Italia. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto