Polonia: uno dei principali paesi produttori di piccoli frutti del mondo

La produzione di piccoli frutti 2013 della Polonia è stimata a 2,6 milioni di tonnellate, con un incremento del 2% rispetto a quella ottenuta nel 2012. Mentre i produttori di fragole, per il secondo anno di fila, hanno sofferto condizioni di coltivazione sfavorevoli a causa del clima, lamponi, ribes e mirtilli hanno beneficiato di rese maggiori rispetto alle quantità raccolte nel 2012. Per il prossimo futuro è previsto un ampliamento della superficie coltivata a lamponi, mirtilli e aronia. Dal 2008, i sussidi europei uniti ai fondi nazionali hanno dato impulso ad un aumento della produzione di fragole e lamponi in Polonia.

Informazioni generali: superficie coltivata e produzione
La produzione complessiva polacca di piccoli frutti per il 2013 è stimata a 564.000 tonnellate. Questa cifra rappresenta un incremento del 2% rispetto alla produzione del 2012. Al contrario del 2012, infatti, non sono state riportate perdite causate da fattori invernali deleteri per le piante, visto che le coperture per la neve hanno protetto le piante dal gelo.

La primavera tardiva avuta nel 2013 ha provocato un ritardo nel germogliamento delle piante. Le pesanti piogge registrate a giugno, abbinate ad un breve periodo di crescita, hanno frenato la crescita delle piante di fragole, andando tuttavia ad influire in misura minore sulle rese delle altre bacche. Il clima durante la fioritura e lo sviluppo del frutto è stato molto buono per la maggior parte delle piante di piccoli frutti. Alla fine dell'estate, la carenza di umidità ha danneggiato le piantagioni che non presentavano dei sistemi di irrigazione, portando di conseguenza ad un raccolto inferiore per i lamponi.


Fonte: Ufficio Statistico Polacco, 2013 - La lettera "e" indica le stime dell'Istituto di Agricoltura ed Economie Alimentari di Varsavia.


Fonte: Ufficio Statistico Polacco, 2013 - La lettera "e" indica le stime dell'Istituto di Agricoltura ed Economie Alimentari di Varsavia.

Fragole
Il raccolto di fragole 2013 ha affrontato un altro anno di condizioni meteorologiche sfavorevoli durante il ciclo di produzione. Una lunga stagione invernale ha ritardato la germogliazione delle piante di fragola di circa due settimane. Alcune varietà di fragole hanno dimostrato una sensibilità maggiore alla primavera tardiva rispetto ad altre.

Le pesanti piogge avute ai primi di giugno hanno inondato i campi, distruggendo i lotti in fase di crescita o intralciando significativamente l'applicazione delle misure di protezione per le piante e altre pratiche agricole. Tutto questo ha causato dei problemi di qualità per i prodotti. Ciò nonostante, per via di una maggiore superficie coltivata, il raccolto del 2013 è risultato essere superiore del 10% rispetto a quello dell'anno scorso.

Nel 2012, il raccolto complessivo ammontava a sole 150.000 tonnellate, il volume più basso degli ultimi dieci anni. Nel 2012, le basse temperature invernali hanno danneggiato molte piantagioni di fragole non protette da coperture per la neve. Nonostante i sussidi ricevuti dall'UE, la redditività della produzione di fragole è stata molto bassa per le ultime due stagioni in Polonia, dato che molti agricoltori hanno dovuto investire nel recupero delle piantagioni devastate.

Lamponi
Nel 2012, la Polonia è diventata il più grande produttore di lamponi al mondo, con un raccolto che ha raggiunto una resa record di 127.000 tonnellate. Nel 2013, il raccolto di lamponi è stimato a 121.000 tonnellate, vale a dire il 4,8% in meno rispetto all'anno scorso, ma comunque maggiore del 76% rispetto alla media del periodo 2006-2011. Prima dell'ingresso nell'UE, la produzione media della Polonia ammontava a 50.000 tonnellate. Grazie ad un incremento della superficie coltivata e all'adozione di tecniche migliorate, la Polonia è riuscita a raddoppiare la sua produzione di lamponi. Dal 2008, i sussidi UE hanno favorito l'espansione di questo settore.

Ribes
La Polonia è il principale produttore di ribes del mondo. Per il 2013, la produzione è stimata a 198.000 tonnellate, cioè l'1,5% in più rispetto all'anno precedente. La produzione di ribes nero, pari a 150.000 tonnellate, rappresenta il 76% della produzione totale di ribes.

La Polonia rappresenta il 60% della produzione mondiale di ribes, secondo i dati rilasciati dal Ufficio Statistico del Ministero (MSO). Tuttavia, secondo l'Associazione Internazionale per il Ribes Nero - IBA, il raccolto di questa bacca in Polonia ammontava a 105.000 tonnellate. L'ampia incongruenza tra i dati delle due organizzazioni relativi alla produzione del ribes nero può essere attribuita al fatto che l'MSO riporta la produzione complessiva, che comprende, insieme alla fornitura commerciale, anche quella proveniente dagli orti domestici dei nuclei familiari.

L'incostanza dei prezzi di acquisto del ribes può variare del 100-200% anno su anno. Questo è dovuto in parte alla grande dispersione dei produttori nella nazione, alla mancanza di integrazione e alla debole forza di mercato di questi produttori rispetto all'industria di trasformazione. In periodi di produzione elevata, come il 2013, i prezzi molto bassi presenti sul mercato scoraggiano la raccolta dei prodotti per alcuni coltivatori.

Aronia
Dal 2010, la superficie coltivata ad aronia si è mantenuta costante, principalmente per via della variabilità dei prezzi d'acquisto che non ha promosso un'espansione delle coltivazioni. Indipendentemente da ciò, secondo l'industria, la produzione polacca continua a rappresentare il 90% di quella mondiale.

Tuttavia, proprio come il settore dei ribes, quello dell'aronia è contraddistinto da una carenza di aggregazione e centralizzazione commerciale tra produttori e da una forte dipendenza dei coltivazioni da alcune grandi compagnie di trasformazione come unico mercato di vendita. Nel 2013, una sovrapproduzione di aronia ha messo sotto pressione il mercato e, come è successo per alcuni produttori di ribes, anche alcuni produttori di aronia hanno deciso di non procedere con la raccolta.

Mirtilli
La Polonia è il terzo più grande produttore di mirtilli al mondo, dopo USA e Canada. Nel 2013, il raccolto di mirtilli è stimato a 12.000 tonnellate. In Polonia, le coltivazioni di mirtilli sono concentrate e altamente all'avanguardia, in contrasto con la maggior parte delle coltivazioni di altri tipi di bacche.

L'area coltivata è aumentata costantemente dall'ingresso della Polonia nell'Unione Europea ed è previsto che questa tendenza continui ulteriormente. La produzione di frutti da dessert per le esportazioni è stata la principale direzione dello sviluppo di questo settore, visto che la richiesta interna è ridotta e stabile. I principali importatori di mirtilli polacchi sono Germania e Regno Unito.

Traduzione FreshPlaza Italia. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto