Georgia: raddoppia la produzione di agrumi

La Georgia ha già esportato più di 10.300 tonnellate di mandarini verso le proprie destinazioni principali: Ucraina, Russia, Armenia e Azerbaigian. Secondo il governo autonomo di Adjara, si lavora giorno e notte per terminare la raccolta.

Roin Gogadze, incaricato alle pubbliche relazioni del ministro dell'agricoltura della Repubblica autonoma di Adjara, ha dichiarato al 'Georgia Today' che quest'anno nella regione sono state raccolte 110.000 tonnellate di agrumi, quasi il doppio dello scorso anno, quando si toccarono le 52.000 ton. "Ogni segmento è coinvolto nel vendere il prodotto, compresi gli esportatori, gli agricoltori e i ministeri competenti", ha detto Gogadze, aggiungendo che "ci sono 16 impianti di confezionamento che lavorano nell'Adjara e che stanno mettendo insieme il prodotto, lo stanno imballando e inviando all'esportazione".

Ogni anno circa l'80% della produzione di agrumi della Georgia viene inviato verso i mercati esteri; soltanto circa il 10% resta sul mercato nazionale e la quota rimanente viene destinata all'industria di trasformazione.

Finora la Georgia ha esportato in Ucraina 5.700 tonnellate di mandarini, più di 500 ton in Bielorussia, 1.000 verso i confinanti Armenia e Azerbaigian, 88 in Kazakistan, 39 in Uzbekistan, 28 in Moldavia, mentre sul mercato nazionale georgiano sono state consumate 690 ton di agrumi.

I principali agrumi prodotti in Georgia sono limoni e arance. Secondo il ministero dell'Agricoltura, in Georgia gli agrumeti si estendono per un totale di 3.000 ettari. Infine, oltre che nelle aziende, gli agrumi si trovano in abbondanza anche nelle zone residenziali.

Fonte: georgiatoday.ge

Traduzione FreshPlaza Italia. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto