"Exofi: "I prezzi dei kiwi francesi risultano piu' alti di quelli dell'anno scorso"

Come ogni anno, la società belga Exofi ha cominciato la nuova stagione dei kiwi francesi a marchio Sikig durante la 47ma settimana del 2013.

In Francia, Sikig è il più grande spedizioniere di kiwi, movimentando un 20% della produzione totale. Jan Vermeiren ha riferito che l'azienda attende sempre che i kiwi raggiungano un contenuto minimo di zuccheri pari a 9,5 brix.

"Quindi non cominciano la stagione prima di avere un prodotto in condizioni ottimali, diversamente da alcuni produttori italiani di kiwi, che già da due mesi offrono i loro frutti; questi sono disponibili addirittura dalla settimana 38 del 2013, con un sapore troppo aspro e con contenuti zuccherini pari a soli 6 gradi brix."



Prezzi più alti
"Con il marchio Sikig, invece, non si corre alcun rischio in materia di gusto", ha continuato Vermeiren, aggiungendo che, a metà novembre, l'offerta di kiwi Zespri era già limitata.

"Attualmente c'è carenza di kiwi di buona qualità perché la maggior parte degli esportatori francesi non ha ancora cominciato con la stagione." Vermeiren ha dichiarato che la produzione complessiva di kiwi francesi di varietà Hayward risulta inferiore di circa il 15% rispetto all'anno scorso. "Inoltre, sono presenti pochissime quantità di kiwi grandi, di calibro 20 e 23 in casse da tre kg. Negli ultimi anni, ci si è trovati spesso di fronte ad una carenza di kiwi di pezzatura grande."

"Le quotazioni risultano leggermente maggiori rispetto all'anno scorso, infatti i kiwi sono dal 5 all'8% più cari. Prevediamo una stagione molto buona per i kiwi Sikig e ci auguriamo di fornire ai nostri clienti prodotti validi e gustosi fino all'inizio di maggio 2014."

Contatti:
Exofi
Jan Vermeiren
Werkhuizenkaai 112
B-100 Bruxelles
Tel.: +32 2 243.12.49
GSM: + 32 475 86.09.80
Email: info@exofi.be
Web: www.exofi.be

Traduzione FreshPlaza Italia. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto